Pallanuoto, bronzo alle azzurre ai Mondiali di Kazan

Pubblicato il autore: Saverio Felici Segui

pallanuoto

Ancora un bronzo per il team azzurro in questi Mondiali di Nuoto russi, stavolta nella disciplina della pallanuoto femminile, dove la setterosa ha conquistato la medaglia dopo una partita al cardiopalma con l’Australia, data per strafavorita alla vigilia. Le azzurre guidate dal ct Fabio Conti hanno cominciato bene la gara, prendendo e recuperando subito un distacco di due gol al primo quarto (terminato 3-2 per le azzurre). Al secondo quarto ancora l’Italia, che chiude 2-1 per un parziale di 5-3. Al terzo tempo i primi problemi: la nazionale pallanuoto australiana chiude 0-2 e riagguanta le azzurre; il quarto tempo vede le australiane andare in vantaggio per due volte, per venire ogni volta riagguantate dalla setterosa (5-6, 6-6. 6-7, 7-7). Si va dunque ai rigori, dove l’Italia si impone per 12-10 grazie soprattutto alle parate della Gorleo.

Risultato a modo suo storico per la pallanuoto italiana, che torna su un podio importante dopo ben 12 anni (del 2003 l’ultimo trofeo, un argento a Barcellona). Le parole del ct Conti: “La pallanuoto femminile è cambiata in questi 15 anni, puoi andare sul podio o uscire del tutto. Questa volta c’è andata bene, altre volte meno, ma sono due anni che queste ragazze centrano obbiettivi importanti. Questo bronzo ci fa ben sperare in chiave olimpica“. La setterosa dovrà infatti giocarsi la qualificazione all’Olimpiade a gennaio in un torneo che promuoverà solo 4 squadre.

  •   
  •  
  •  
  •