Champions di pallanuoto: la situazione dopo la seconda giornata.

Pubblicato il autore: Massimo Scialla Segui

I risultati della seconda giornata di Champions, pallanuoto

La seconda giornata di Champions di pallanuoto si chiude con una delusione in casa Brescia, che si lascia rimontare un vantaggio di tre lunghezze ad un passo dalla vittoria. Gli ungheresi dell’Orvosi tolgono all’AN la gioia della qualificazione matematica, pareggiando a 17 secondi dalla fine e ridisegnando una classifica apertissima nel gruppo D: conducono per l’appunto Brescia ed Orvosi, a quota 4, insegue il Vouliagmeni, a quota 3; fanalino di coda il Montpellier, prossimo avversario degli uomini di Bovo.

Già definitia è invece la situazione nel girone E: con le vittorie rispettivamente su Radnicki e Budva, Szolnok e Waspo Hannover sono matematicamente qualificate alla fase successiva, avendo raggiunto quota sei punti in classifica.
Anche i croati del Primorje (protagonisti della finale dell’ultima edizione della Champions di pallanuoto con i campioni della Pro Recco), persasono già qualificati alla fase successiva, a punteggio pieno nel gruppo F dopo la vittoria sullo Spartak Volgograd, superato in classifica dal Marsiglia, vincente sul Duisburg per 12 a 8.

Ancora incerta la situazione  anche nel gruppo G: se il Jadran Herceg Novi è infatti già qualificato – 6 punti già portati a casa – i rumeni dell’Oradea ed i Veronesi della BPM Sport Management sono pari a quota 3, con i catalani del Sabadell fanalino di coda, sconfitti per 10-9 proprio dagli uomini di Baldineti.
Niente di sicuro, dunque, per le due italiane, che dovranno necessariamente vincere per andare avanti nella Champions di pallanuoto, magari con uno scarto di reti importante, nel caso della BPM,

  •   
  •  
  •  
  •