Nuoto, Magnini sui Gazzetta Sports Awards: “Valentino Rossi al primo posto”

Pubblicato il autore: Ilaria Ceracchi

Filippo_Magnini_3
Filippo Magnini, campione dei 100 stile libero, è stato intervistato da La Gazzetta dello Sport riguardo i suoi 10 momenti sportivi più emozionanti di questo 2015 . Magnini può vantare, certamente, un’ottima carriera: ben 2 titoli mondiali. Inoltre, ha vinto 3 Referendum della Gazzetta, di cui uno davanti a Valentino Rossi, nel triennio 2005/2007. Niente male, dunque. Dopo 8 anni, Filippo Magnini a 33 primavere  resta il velocista per eccellenza. Il campione, infatti ha riportato la 4×100 stile libero sul podio mondiale di Kazan.

Di seguito, le dichiarazioni di Magnini a La Gazzetta:

Filippo, qual è stato il suo momento più emozionante del 2015?
Ad essere sincero, ritengo che, i 10 che avete selezionato nella nomination sono tutti dei grandissimi campioni. In questo 2015, però, devo dire che il momento più emozionante è stato tornare con la staffetta veloce sul podio mondiale, il bronzo a Kazan vinto insieme ai miei compagni, i Bad Boys. È questo il momento più emozionante perché l’ho vissuto da protagonista”.

Chi voterebbe e metterebbe sul suo podio ideale?
Per i Gazzetta Sports Awards metterei al primo posto Valentino Rossi , campione unico e infinito. Tutti gli italiani si sono uniti e hanno sognato insieme a lui per un trionfo mondiale sicuramente meritato. Al secondo posto metterei Gregorio Paltrinieri: ha vinto il suo primo mondiale in vasca lunga e in una gara massacrante. È davvero un atleta pazzesco, sono sicuro che farà ancora bene. Non lo metto al primo posto solo perché non abbiamo potuto assistere allo scontro diretto con il cinese Sun Yang. Il terzo posto lo riserverei a Clemente Russo, in quanto centrando la quarta qualificazione olimpica è entrato nella storia della boxe, essendo stato il primo ad esserci riuscito”.

Cosa le è piaciuto delle imprese di questi magnifici 10?
“Questi atleti rappresentano il gotha dello sport italiano, insieme ad altri ovviamente. Parliamo di ciclisti, uno degli sport più pesanti del mondo, di Gallinari, che gioca e stupisce in Nba, il sogno di ogni giocatore di basket. Poi, Valentino,Clemente e Gregorio sono unici. Paris, fa uno sport in cui siamo stati i migliori al mondo con Tomba ed altri, ogni sua vittoria ci fa capire quanto possiamo ancora fare e, inoltre, ci ricorda le imprese del passato. Buffon e Pirlo sono i pilastri del calcio, di quel calcio che rimane il nostro sport nazionale. Infine, il pallavolista Ivan Zaitsev pratica il mio secondo sport preferito, oltre al nuoto. Ogni volta che gioca, lo guardo e cerco di capire qualche segreto che sfrutterò quando tornerò a giocare a beach nella mia Pesaro“.

Insomma, la entusiasmano un po’ tutti…
“Ognuno di loro ha vinto, ha lottato, ha fatto sacrifici e ha portato in alto il nome della nostra Italia. Quando vince un azzurro, vinciamo tutti noi italiani, e io lo so bene.”

Gazzetta Sports Awards. Sono strutturati in otto categorie attraverso cui ripercorrere i momenti più emozionanti del 2015 dello sport italiano: Sportivo dell’anno, Sportiva dell’anno, Allenatore dell’anno, Squadra dell’anno, Atleta paralimpico dell’anno, Gentleman, Performance dell’anno ed Exploit dell’anno.
Le nomination di ogni categoria sono dieci grandi personaggi scelti dalla redazione de La Gazzetta dello Sport.

  •   
  •  
  •  
  •