Pallanuoto, World League: super Italia, battuta la Turchia 14-4

Pubblicato il autore: Luca Bonaccorso

Settebello-pallanuoto-Facebook-800x584

Vince e convince l’Italia di Pallanuoto maschile allenata da Mister Campagna: 14-4 il finale al Foro Italico di Roma davanti a 500 spettatori in festa (tra cui Paolo Bonolis tra l’altro). Grande prestazione di tutti, tra cui però spiccano  Bodegas e Fondelli, autori di una tripletta a testa,  e Christian Presciutti, tre assist per lui e grandissima prova.
Al settebello azzurro basta un minuto e mezzo per passare in vantaggio: Presciutti avanza indisturbato e colpisce. A metà tempo Bodegas porta a due lunghezze il vantaggio azzurro con una bella girata su assist di Presciutti: gli uomini di Campagna difendono benissimo e attaccano con pericolosità, ma chiudono comunque il parziale sul 2-0. La terza rete è frutto dell’ennesima invenzione di Presciutti, che stavolta imbecca Alciardi che non sbaglia: dopo un minuto Fondelli segna il poker. L’Italia domina e chiude il secondo parziale grazie ai gol di Bodegas, Fondelli e Presciutti, autentico trascinatore del settebello azzurro: la musica non cambia, e Gallo segna su rigore ad inizio terzo parziale. Ancora Gallo, lanciato dal portiere Del Lungo, fornisce l’assist per il nono punto al solito Fondelli: tripletta per lui.
il capitano dei turchi Berskardesler mette a segno la rete della bandiera,  prima della tripletta odierna di Bodegas. Di Fulvio fa 11, poi Aksentijevic, con l’orgoglio, sfodera un tiro potentissimo che batte il portiere italiano portano a 2 le reti degli ospiti: la terza marcatura invece porta la firma di Biyik. I Turchi sembrano esser in un buon momento e capitan Aksentijevic va a segnare la sua doppietta personale: troppo tardi però per recuperare visto che Aicardi e Di Fulvio chiudono il match sul 14-4.
In sede d’analisi, l’Italia si conferma una delle migliori squadre del torneo, anche se c’è molto da migliorare: il fatto che su dieci occasioni, in superiorità numerica, gli azzurri abbiano realizzati solamente tre reti non è da sottovalutare e un miglioramento è più che auspicabile.  Da segnalare l’esordio in prima squadra di Jacopo Alesiani (classe ’96) e Umberto Esposito (classe ’95), quest’ultimo convocato in sostituzione di Alessandro Velotto, uscito infortunato durante un match di campionato.
A fine partita Campagna estremamente soddisfatto: “Mi è piaciuto l’approccio difensivo alla partita, perchè abbiamo concesso poco nei primi due tempi. In attacco siamo partiti contratti ma poi ci siamo sciolti con il trascorrere dei minuti. Alla fine speravo che facessimo più gol ma abbiamo sprecato più di una facile occasione. Al di là del punteggio, considerando il periodo di forma non ottimale, sono soddisfatto per il lavoro svolto in quest’ultima settimana con una rosa allargata a 22 giocatori”.
Parole al miele anche per il pubblico: “Roma ci accoglie sempre con entusiasmo e calore. Vedere così tanta gente e soprattutto tanti ragazzi in tribuna ci inorgoglisce e rappresenta uno spot positivo per tutto il movimento”. 
Nell’altro match del girone la Croazia ha battuto la Russia a Zara 17-9. Questa è la terza vittoria consecutiva in casa dei vice campioni d’Europa, che nel terzo turno incontreranno proprio il settebello azzurro in un match che ha l’aria di essere decisivo per la vittoria del girone, visto che tra l’altro la classifica dice Italia 6, Croazia 6, Russia 0, Turchia 0.

  •   
  •  
  •  
  •