Europei pallanuoto: Riepilogo girone B: La Serbia è già super. Bene la Francia contro Malta

Pubblicato il autore: Antonio Paradiso Segui

belgrado 2016

EUROPEI PALLANUOTO: RIEPILOGO GIRONE B: LA SERBIA “ASFALTA” LA CROAZIA. BENE LA FRANCIA CONTRO MALTA.

Nella giornata di oggi si sono disputati due incontri del gruppo B. Nella prima sfida, che ha avuto inizio alle ore 16.45, la Francia ha battuto Malta con un netto 17-7. Tutti gli occhi però erano puntati sul big match delle 20.30, quello tra i padroni di casa della Serbia e la Croazia. Chi si aspettava una sfida equilibrata è rimasto deluso, dato che i serbi hanno liquidato la pratica con un netto 13-6, con i croati mai in partita.

FRANCIA-MALTA 17-7 (3-0; 7-4; 5-1: 2-2)
Tutto facile per la Francia che liquida Malta senza particolari problemi. Una vittoria importante per i transalpini, che di fatto ipotecano il terzo posto. Malta, invece, si candida al ruolo di “Cenerentola” del raggruppamento. La partita non ha avuto storia, con i francesi che hanno chiuso il primo quarto già avanti per 3-0. Nel secondo quarto partono meglio i maltesi, che accorciano le distanze, ma poi subiscono il ritorno della Francia, che infila 6 reti consecutive, portando la gara sul 7-1. Malta, con uno scatto d’orgoglio, trova due gol consecutivi, entrambi realizzati da Steven Camilleri, che a fine gara sarà con 5 gol il miglior marcatore dell’incontro insieme al francese Croussilat. Seguono poi altri tre gol della Francia e ancora un centro di Camilleri per il 10-4 con cui si va a riposo. Il terzo quarto inizia con un gol tanto per cambiare di Steven Camilleri, ma sarà solo un fuoco di paglia, dato che i francesi con un break di 5-0, chiudono il terzo periodo avanti sul 15-5. L’ultimo quarto termina con il punteggio di 2-2. Per Malta vanno a segno Jordan Camilleri e Zammit, per la Francia Simon e Kovacevic, che chiude definitivamente i conti sul 17-7.

CROAZIA-SERBIA 6-13 (1-3; 2-4; 1-5; 2-1)

Inizia come meglio non poteva l’Europeo della Serbia, che nella gara più difficile di questa prima fase “annienta” la Croazia con un netto 13-6. I croati erano partiti bene, tanto da portarsi avanti grazie ad un gol di Setak. Poi però è uscita fuori la Serbia, che grazie ai gol di Prlainovic, Randjelovic e Mandic ha chiuso il primo quarto avanti per 3-1. Dal secondo quarto in poi in casa Croazia si è spenta la luce e la Serbia è andata a riposo sul punteggio di 7-3, per poi dilagare nel terzo periodo, chiuso con il parziale di 5-1, grazie ai gol Cuk, Nikic, Mitrovic (2) e Gocic. Per la Croazia è andato a segno il solito Setka, interrompendo un digiuno di 8 minuti. Nell’ultima frazione di gara la Serbia, dopo aver trovato il gol del 13-4 grazie a Prlainovic ha diminuito l’intensità, favorendo la Croazia, che negli ultimi minuti è andata a segno prima con Pavlovic e poi su rigore con Petkovic. I croati hanno pagato tantissimo le assenze di Muslim e Obradovic, rimasti a casa per infortunio, che però dovrebbero essere disponibili per l’Olimpiade di Rio. Sulla Serbia c’è poco da dire: una macchina perfetta che sarà difficile fermare in questo Europeo. I migliori marcatori dell’incontro sono stati Mandic e Prlainovic entrambi autori di tre gol. Per la Croazia l’unica nota positiva è stato Setak, autore di una doppietta.

 CLASSIFICA GRUPPO B

FRANCIA 3
SERBIA 3
CROAZIA 3
MALTA 0

PROSSIMO TURNO

12/01/2016, ORE 16.45:
FRANCIA-CROAZIA
12/01/2016, ORE 20.05: SERBIA-MALTA

  •   
  •  
  •  
  •