Europei pallanuoto, riepilogo girone C: azzurri agli ottavi contro la Turchia, 21-1 sulla Georgia

Pubblicato il autore: valeria93 Segui

Gironi water polo world league
Europei pallanuoto: non si ferma lo show degli azzurri a Belgrado. Dopo il nuovo record blindato dal Setterosa di Fabio Conti, il Settebello non vuole certo essere da meno e scende in acqua contro la Georgia con la tranquillità tipica dei padroni di casa chiamati a svolgere un compitino che desta ben pochi grattacapi. Una pioggia di colore azzurro travolge infatti la Georgia e porta i ragazzi di Campagna ad affrontare gli ottavi: 1-21 il clamoroso passivo che condanna la formazione di Jovan Popovic, spettatore non pagante di una debacle dalle proporzioni enormi. Intano nel Girone C, gestito comodamente dal Settebello italiano nel ruolo di capolista, si chiudono gli ultimi conti del caso: nel match delle 18:45 è una timida Romania che  punisce i tedeschi con un 13-14 sul fragile filo dell’equilibrio, mentre i pensieri dei nostri sono già rivolti alla Turchia, prossimo step per continuare la scalata verso Rio.

GEORGIA-ITALIA (1-21): un Settebello devastante la fa da padrone contro la formazione georgiana, che inizia fin dall’avvio a dimostrare segni di cedimento, per poi capitolare del tutto in un rovinoso 1-21. Una goleada che si traduce nella terza vittoria di fila per gli azzurri, reduci dai successi contro Germania e Romania e che rinvigorisce non poco l’animo degli uomini di Campagna in attesa della prossima sfida. Rispondono come sempre presenti all’appello Aicardi e Giorgetti: a loro il compito di aprire le danze, il primo con un fantastico tiro dal centro, l’altro con un poderoso tocco dai 5 m imprendibile per l’estremo difensore georgiano.

Avversari che assistono passivamente al match, un pubblico poco partecipe che sul 2-1 costruisce la sua unica azione da gol grazie alla rete di Baghaturia, destinato a passare alle cronache del match come unico marcatore a segno della sua squadra. Gli azzurri compatti e presenti in ogni zona compongono tassello dopo tassello un puzzle dalla sagoma già nota: Presciutti e Aicardi fanno il resto, sfruttando la doppia chance di superiorità numerica e sigillando il set in 1-5. Da questo momento, la porta difesa da Tempesti rimarrà inviolata: 0-6, 0-6, 0-4 i parziali delle restanti frazioni che evidenziano il monologo indiscusso dei nostri, interessati ad accrescere il loro bottino reti, a quota 37.

GERMANIA-ROMANIA (13-14): nulla da fare per i tedeschi che gettano alle ortiche anche l’ennesima opportunità di incidere sul match. A strappare la vittoria è infatti la Romania che si impone di misura in una gara in cui a trionfare è l’instabilità: il verdetto recita 13-14, dimostrando che forse una vera e propria vincitrice nel vero senso della parola, non c’è! A trovare lo specchio della porta è prima la Germania di Weissinger che con Cuk mette a segno la rete del vantaggio tedesco; pochi secondi e giunge la replica di Busila, in un botta e risposta interminabile, risolto alle battute finali. All’ultimo set (3-3, 2-3, 5-5 i precedenti parziali), dopo la rete di Stamm e Ghiban, è proprio quest’ultimo con una doppietta ad infrangere le speranze tedesche: un 3-3 che vale un importante trionfo per la Romania.

CLASSIFICA GIRONE C
Italia 9
Romania 6
Germania 3
Georgia 0

Vi ricordiamo l’attesissima sfida che coinvolgerà gli azzurri domenica 17/01/2015 e valida per gli ottavi di finale:
Ore 9:30 ITALIA-TURCHIA
Ore 17:15 Ungheria-Georgia
Ore 18:45 Romania-Grecia
Ore 20:15 Russia-Germania

  •   
  •  
  •  
  •