La Rari Nantes risorge, Napoli di nuovo ko

Pubblicato il autore: Vassalli Riccardo Segui

Pallanuoto serie a2

Partita fondamentale per ambodue le squadre dove la tensione si taglia con il coltello. Proprio la tensione domina i primi interminabili minuti. Alla piscina Comunale di Scandone si scontrano i due fanalini di coda ferme a quota zero punti, nell’ultima giornata del girone d’andata. L’inizio del Napoli è buono e col aumentare dei minuti la compagine partenopea trova le prime occasioni da gol, ma trova una gran parata di Solaini, che poco dopo dice ancora no all’Acquachiara. Le partenopee colpiscono sembrano a un passo dal vantaggio, ma proprio nel loro miglior momento subiscono il gol realizato dalla Mori. Nemmeno il tempo di prendere atto e ripartire che Evgenia Pustynnikova approfitta della prima superiorità numerica raddoppiando il vantaggio dell’Imperia. Sulla successiva superiorità numerica a favore delle partenopee è però Napoli che accorcia le distanze con Tortora. Ci si mette in mezzo anche la sfortuna per il Napoli che si è vista negare il gol del pareggio solamente dalla traversa. Drocco conquista la prima palla del secondo tewmpo, la consegna a Evgenia Pustynnikova che abilmente trova la sua doppietta personale. Sulla ripresa del gioco Solaini si oppone ancora ad una Acquachiara che fa molti errori. Ci prova da lontanissimo Amoretti che non trova gli esiti sperati. Sulla superiorità la Pustynnikova è infallibile, si sbatte con tutta la forza che ha, si smarca bene e fa tripletta. Su una superiorità rigore assegnato alle padrone di casa per un errore nelle uscite con Tortora che con freddezza insacca. Evgenia Pustynnikova è in giornata di grazia e trova il poker personale grazie a una conclusione dalla distanza. Il 3^ tempo inizia con Imperia in attacco e Mori che realizza sulla respinta del palo al tiro della Pustynnikova. L’azione seguente la Tortora trova uno scavetto vincente per il suo terzo goal personale. Drocco viene espulsa, avendo fatto un fallo in attacco ed essendo il suo terzo fallo nel incontro. La terza ripresa il Napoli tira fuori gli artigli e cerca di ribaltare il risultato ma deve fare i conti con Solaini che dice di no in diverse occasioni. Cuzzupè trova una bellissima diagonale che si infila alle spalle del estremo difensore. Monaco, nella seguente ripartenza, imita perfettamente la colleghe e anche per lei diagonale vincente e distanze avvicinate. Sulla successiva azione Amoretti stupisce ancora dalla distanza trovando il decimo goal.

Leggi anche:  Gregorio Paltrinieri è innamorato e felice

La stanchezza comincia a farsi sentire e il quarto tempo non è più sullo stesso ritmo sfrenato dei primi tre. Su una azione dalla distanza Foresta accorcia le distanze per l’Acquachiara. Mori e Acampora commettono delle irregolarità e vengono entrambe espulse. Napoli di nuovo in rete con Migliaccio che trasforma in rete una palla persa dalla retroguarda avversaria. Espulsa anche per Amoretti. Imperia comincia a sentire la pressione del incontro, dovuta anche all’inferiorità numerica( tre espulsioni). Stieber con alcuni time out prova a riordinare le idee ma Napoli accorcia ancora con Anastasio. Niente da fare per il Napoli che rimangono ancorate a quota zero punti. La partita è terminata con il primo successo stagionale dell’Imperia per 10-7. Sono 4 i goal di Pustynnikova, 3 di Mori, 2 di Amoretti ed 1 di Cuzzupè segnano le rispettive prime reti stagionali

Leggi anche:  Gregorio Paltrinieri è innamorato e felice

Acquachiara Napoli (all. Damiani)

1 Iaccarino, 2 Monaco(1), 3 Anastasio (1), 4 Maglitto, 5 Migliaccio (1), De Magistris, Vitiello, Tortora (3), Foresta (1), Acampora, Centanni, Esposito, D’Antonio

Rari Nantes Imperia (all. Stieber)

1 Cecilia Solaini, 2 Sara Amoretti (2), 3 Elena Borriello, 4 Evgenia Pustynnikova (4), 5 Giulia Cuzzupè (1), 6 Jamila Tedesco, 7 Silvia Gamberini, 8 Margherita Garibbo, 9 Emanuela Mori (3), 10 Martina Bencardino, 11 Laura Drocco, 12 Sofien Mirabella, 13 Sara Sowe.

Espulse per reciproche scorrettezze nel quarto tempo Acampora (A) e Mori (I). Uscite per limite di falli Drocco (I) nel terzo e Amoretti (I) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Acquachiara 5/12 e Imperia 2/6. Spettatori 100 circa

  •   
  •  
  •  
  •