Everest Piacenza annega il Pavia e prepara la fuga

Pubblicato il autore: Vassalli Riccardo Segui

calendario pallanuoto serie a1 18° giornata
Ennesima dimostrazione di forza del Everest Piacenza Pallanuoto che dopo solamente quattro giornate di campionato, mette la quinta e prepara la fuga su tutte le inseguitrici, portandosi a +5 su Pavia e Amga che sono comando il gruppo di chi sta dietro. Una prestazione che non lascia spazio all’immaginazione e dimostra tutta la superiorità della formazione di Van der Meer, che a causa di mancanze di infrastrutture abili nella città di Piacenza, si deve misurare con  un girone decisamente al dì sotto delle reali potenzialità. La paura più grande di tutto il popolo dei piancentini è che loro stessi possano cambiare il destino di una squadra, partita campione ancora prima di finire il campionato. Oggettivamente nessuna delle quattro squadre incontrate finora ha saputo, anche minimamente, creare grattacapi al Everest Piacenza. A dimostrazione degli elogi in sovra impressione c’è il risultato della gara odierna contro il Pavia(4-15), seconda forza del campionato. L’unico cambiamento rispetto alle precedenti uscite, non è il risultato, ma il tempo impiegato dai piacentini nel chiudere la gara, dovuto forse alla troppa sicurezza nei propri mezzi.
Nonostante le barricate del Pavia il Piacenza non è mai stato in difficoltà e ha gestito con calma e pazienza il pallone, non andando mai in svantaggio. La condizione atletica degli emiliani ha permesso che durante tutta la gara ci fosse un ritmo alto, combinato da giocate corali.
Forse soltanto nel primo tempo il Piacenza è apparso leggermente appannato visto che dopo il fulmineo tiro libero di Felissari avvenuto nel primo minuto di gioco ed insaccatosi nella porta pavese, passavano pochi secondi e Lombella rispondeva con una giocata dal centro. A metà tempo Cighetti, in superiorità riporta, in vantaggio l’Everest, ma nella seconda parte di questa frazione di gioco non succede pù nulla di rilevante.
La ripresa sembra essere a favore del Pavio che suona la carica con il momentaneo pareggio di Pioltini che in effetti dà la sveglia al Everest, che da lì a poco dimostra tutta la propria forza. Bianchi col diagonale trafigge il portiere avversari,  in seguito è il turno di Martini abile a sfruttare al meglio un tiro libero. Infine capitan Cighetti, con un rigore, porta a tre le distanze dagli avversari, avviando la gara sui binari piacentini. C’è una flebile reazione del Pavia che con la terza rete dal centro, questa volta di Galli, limita il passivo e sul 3 a 5 si va al terzo tempo.
Forti di questa accelerata  nella parte centrale del secondo tempo, il Piacenza di fatto chiude la partita; inizia il giovane Bianchi con un tiro da fuori a prendere il largo, poi Alessio in superiorità numerica da posizione diagonale sfodera un gran tiro e sul finire del tempo arriva il gol di Merlo, realizzato al volo con un riflesso degno di nota che fissa il punteggio sul 3 a 10.
I piacentini continuano sulla falsa riga del terzo tempo e  grazie alle reti di Merlo, Asti e Felissari , dalla linea dei due metri, si va a più 10. Portesana con un tiro libero segna l’ultima rete dei pavesi che subiranno nel finale una doppietta del frizzante Binelli. il quale segna in superiorità e poco dopo mette il sigillo finale per il risultato definitivo di 4-15.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: