Nuoto di fondo: l’Italia fa il triplete

Pubblicato il autore: Ramona Buonocore Segui
rachele-bruniTris di azzurri qualificati alla seconda tapa di nuoto di fondo ad Abu Dhabi, in programma il prossimo 26 febbraio.
Rachele Bruni, Simone Ruffini e Federico Vanelli si sono qualificati rispettivamente al primo, secondo e terzo posto nella prima tappa della Coppa del Monda Fina sulla 10 Km della Patagones- Viedma.
Dopo i successi di ieri, gli azzurri si trovano sin da oggi a Rio de Janeiro per allenamenti di avvicinamento alle Olimpiadi, di cui si erano già precedentemente qualificati. Gli atleti resteranno a Rio fino al 13 di febbraio, dopodiché ritorneranno ad Abu Dhabi per sostenere la seconda tappa.
Rachele Bruni, campionessa in carica della Coppa del Mondo di fondo sui 10 Km, vince la Patagones- Viedma in 2h 06′ e 11”, davanti la brasiliana Poliana Okimoto con 2h 06′ 20” e la venezuelana Samanta Arebalo con 2h 26′ e 12”.
Dopo la vittoria la Bruni ha dichiarato che la sua vittoria è stata un buon punto di partenza per la stagione, mentre sul suo profilo twitter troneggia il tweet: “E la prima gara di coppa del mondo è andata… Una vittoria che serve a dare morale in questo anno importante…La strada è ancora lunga e devo migliorare e faticare ancora. È bello essere di nuovo su questo podio un anno dopo. Grandi anche i ragazzi, Ruffini secondo e Vanelli terzo..”
Felici anche la brasiliana Okimoto per il suo secondo piazzamento che ha dichiarato:“Non ho fatto abbastanza allo sprint. Senza alcun dubbio, devo lavorare su questo. Tuttavia, in quanto è la prima sfida dell’anno sono soddisfatta” e l’ ecuadoriana Arebalo che ha conquistato la sua seconda medaglia in una Coppa del Mondo, arrivando seconda anche in Cina. “Questa è stata la concorrenza che mi ha fatto conoscere la disciplina del mare aperto e ottenere una medaglia è stato gratificante”, questo quanto affermato dalla Arebalo.
Secondo posto invece conquistato da Simone Ruffini, battuto per soli sette decimi di secondo dall’americano Mayer.
Il nostrano campione del mondo della 25 chilometri è stato beffato al fotofinish dal Mayer che si è aggiudicato il primo posto con un totale di 1h 55′ e 44” contro 1h 55′ 51”.
“E’ stato un weekend perfetto per me – ha dichiarato Ruffini-. Venerdì scorso sono stato in grado di vincere la volata e oggi, la prima tappa della Coppa del Mondo 10 Km. Indubbiamente, è una grande motivazione per l’inizio della stagione. Le persone che fanno la Patagones- Viedma sanno di essere tra i nuotatori favoriti”.
Il triplete azzurro si completa con Federico Vanelli che si aggiudica la medaglia di bronzo con il risultato di 1h 55′ e 47”. “Sono nel momento migliore della mia forma fisica ma spero di essere in grado di poter continuare a migliorare. Il mio primo obiettivo dell’anno? Vincere una medaglia alle Olimpiadi”; questo quanto dichiarato da Vanelli al termine della competizione.
Ricordiamo, infine, che i tre vincitori della Patagones- Viedma saranno presenti alle Olimpiadi di Rio, seguiti dal commissario tecnico Massimo Giuliani e  dai tecnici Emanuele Sacchi e Fabrizio Antonelli. Scorsi vincitori della Patagones- Viedma

Uomini
2009 Michael Dimitriev (ISR)
2010 Francis Crippen (USA)
2011 Bertrand Venturi (FRA)
2012 Spiros Gianniotis (GRE)
2013 Romain Beraud (FRA)
2014 Thomas Allen (GBR)
2015 Simone Ruffini (ITA)
2016 Alex Meyer (USA)
Donne
2009 Britta Kamrau (GER)
2010 Angela Maurer (GER)
2011 Eva Fabian (USA)
2012 Eva Fabian (USA)
2013 Emily Brunemann (USA)
2014 Poliana Okimoto (BRA)
2015 Rachelle Bruni (ITA)
2016 Rachelle Bruni (ITA)
  •   
  •  
  •  
  •