Federica Pellegrini: “Onorata di essere portabandiera!”

Pubblicato il autore: Eugenio Usai Segui

 

 

PELLEGRINI, NUOTOGià da parecchio lo si sapeva, ma oggi è ufficiale: Federica Pellegrini sarà la nostra portabandiera alle Olimpiadi di Rio, prima nostra nuotatrice e quarta donna a farci da alfiere; una scelta più che giusta dopo il ritiro ufficiale della nostra precedente portabandiera Valentina Vezzali. In un’intervista precedente, quando gli fecero la domanda su questa possibile investitura, la nuotatrice aveva dichiarato che per lei sarebbe stato un onore rappresentarci alla spedizione. Ebbene, tale prestigiosa conferma è arrivata, e Federica non ha potuto fare a meno di esprimere la sua felicità tramite il suo profilo Instagram, dove per l’occasione ha scelto di postare una foto dove sventola una bandiera tricolore: “E’ il coronamento di anni e anni di carriera fatti di grandi vittorie e grandi sconfitte, momenti dove mi sono persa e momenti dove mi sono ritrovata o altri… Dove ho perso qualcuno di importante!“.  Per la Pellegrini è veramente la degna conclusione di una grandissima carriera, la quale le ha portato due medaglie alle Olimpiadi (un oro e un argento) e il fantastico record del mondo preso ai mondiali di Roma 2009, senza tralasciare il suo dominio europeo (tre europei vinti di fila) che sembra non volersi fermare. Tra i momenti no, citati nel suo messaggio, possiamo sicuramente mettere il quinto posto alle Olimpiadi di Londra, un’edizione dove si mostrò più umana ammettendo i suoi limiti e affermando il bisogno di staccare un po’, ma non passò molto tempo prima di rivederle il sorriso per l’argento ottenuto ai mondiali di Barcellona dell’anno successivo. Il “qualcuno d’importante” sottinteso nel messaggio Instangram è di sicuro Alberto Castagnetti, il suo allenatore scomparso nel 2009, la cui dipartita scosse profondamente la campionessa azzurra, che non manca neanche questa volta di ricordarlo dopo la lieta notizia della sua nomina di portabandiera azzurra e che di sicuro riempirebbe d’orgoglio il commissario tecnico se fosse ancora qui. L’azzurra conclude così la nota: ” nonostante tutto ogni volta che vado a letto la sera mi dico che ne è valsa la pena perché ho saputo combattere sempre, senza mai mollare, pronta per ricominciare tutto la mattina successiva!”. Ciò ci indica che dovremo aspettarci la solita determinata Federica, alle prossime Olimpiadi. Siamo certi che si farà valere e che raggiungerà risultati importanti, così come potremo aspettarceli dalle altre atlete nostre del nuoto, riuscendo nell’impresa di cancellare quei brutti risultati presi a Londra 2012, che non rispecchiano affatto la sua forza. E poi dopo Rio? Federica l’ha già detto e ribadito: “Dopo Rio mi ritiro“. Però, magari dopo un risultato considerevole, conoscendo la sua testardaggine e voglia di mettersi in gioco, non è così impensabile che decida di salutarci nei prossimi mondiali di Budapest 2017. Ma è più facile credere che questa nomina l’abbia ormai convinta che più avanti di così non vuole andare nella sua attività agonistica, e d’altronde, forse, sarebbe anche il momento migliore per ritirarsi. Perciò, onore a Federica Pellegrini e tutti in coro faremo il tifo per lei in Brasile, dove speriamo che possa conquistare il gradino più alto del podio.

  •   
  •  
  •  
  •