Michael Phelps shock: “Ho pensato al suicidio”

Pubblicato il autore: Alberto Pedrazzini Segui

Michael Phelps

Tra pochi mesi Michael Phelps sarà protagonista alle Olimpia di Rio 2016. Il nuotatore statunitense sta bene, è carico ed è in forma. Proprio perché è in pace con se stesso il 30enne ha voluto confessare di aver passato dei momenti molto bui nel suo passato tanto da arrivare a pensare di togliersi la vita. Michael Phelps ha combattuto contro il demone chiamato alcolismo. La sua dipendenza l’ha portato alla depressione:Ero così depresso che ho pensato anche al suicidio“. Dichiarazioni shock da parte dell’atleta più decorato della storia delle Olimpiadi. La svolta per Michael Phelps è arrivata nel 2014 dopo il secondo arresto della sua vita (il primo nel 2004) per guida in stato di ebrezza. “Prima ancora di andare in tribunale ad ascoltare la sentenza avevo deciso che non avrei più toccato un goccio di alcol fino a Rio dove sarei andato al top. Ma anche dopo le Olimpiadi penso proprio che non berrò più. Mi sveglio ogni giorno ed è bello avere la testa libera da condizionamenti e senza avere la sensazione di avere nel cervello un muro di mattoni. A volte ci sono giorni in cui sono seduto sul terrazzo o sono sul campo da golf e una birra ci starebbe bene ma ormai ho detto stop, ho chiuso”.

Dopo l’arresto nel 2014 Michael Phelps fu condannato a un anno di reclusione con sospensione della pena, 18 mesi di libertà vigilata e 45 giorni di trattamento ospedaliero. Da allora il classe 1985 non beve più e sembra aver sconfitto la propria battaglia contro l’alcolismo e la depressione. Ora Michael si troverà di fronte a un’altra sfida: come da lui stesso confermato diventerà papà di un maschietto che verrà dato alla luce dalla sua Nicole Johnson. Poi ad agosto tornerà in vasca alle Olimpiadi di Rio: “Ho avito modo di prepararmi e sono nella miglior forma possibile“. L’atleta statunitense è pronto a vincere nuovamente dopo che in carriera si è portato a casa 22 medaglie olimpiche di cui ben 18 ori e il contatore è pronto a salire ancora. Per fare ciò Michael Phelps si è preparato al meglio trasferendosi da Baltimore a Tempe, in Arizona, dove è stato allenato dal suo coach Bowman.

  •   
  •  
  •  
  •