Europei Nuoto 2016: Detti è Oro nei 400 sl. Argento per le staffette femminili e maschili 4×100 sl

Pubblicato il autore: Samuela Rubino Segui

Europei Nuoto

All’Acquatics Centre di Londra la bandiera tricolore dell’Italia sventola e come. Prima Tania Cagnotto, campionessa del mondo e indiscussa leader del trampolino da 1 metro è riuscita a portarsi a casa l’oro oltre ad aver vinto, il giorno dopo ed esattamente nel giorno del suo 31esimo compleanno, il terzo oro agli Europei di Londra, questa volta con la sua compagna Francesca Dallapè dal trampolino 3 metri sincro, ora anche Gabriele Detti fa del suo. L’azzurro trionfa nei 400sl a Londra, primo titolo a livello internazionale ed Oro per lui. Con 3’4401 nuotato nei 400 sl, quella del livornese risulta essere una prova impeccabile. Terzo al passaggio dei 100 metri, il giovane Detti da metà gara in poi cambia passo, inserisce le marce alte e allunga sugli altri lasciando il resto della compagnia fino al traguardo. Il 21enne livornese, ha preso la testa dopo i primi 150 metri e ha assegnato distacchi abissali agli avversari: Detti ha vinto in 3’44″01. Il secondo, il norvegese Henrik Christiansen, ha toccato con un ritardo di 2″48 (3’44″49). Terzo l’ungherese Peter Bernek, bronzo con 3″46″81. L’Italia non vinceva l’oro europeo nei 400 stile dal 2004 dai tempi di Emiliano Brembilla prima dei Giochi di Atene.
Emozionato per la medaglia di Oro, ecco le parole di Gabriele Detti: “Non ho esultato tant’ero stanco. Sono contento per tutto, per la vittoria, per il tempo. Vuol dire che la preparazione c’è. Questa gara la volevo vincere a tutti i costi. E’ la prima volta che suona l’inno per me: fa un bell’effetto, fa molto piacere sentire la gente che canta Mameli grazie a te. Mi sono un po’ emozionato. L’ho cantato tutto, a bassa voce perché mi mancava il fiato. Adesso mi manca la medaglia d’argento – dice subito dopo la gara scherzando ai microfoni di Raisport – Ma sono contento di essere passato direttamente all’oro. Volevo vincere questa gara, è inutile dire di no e fortunatamente ce l’ho fatta”. Ottimo anche il tempo fatto segnare dall’azzurro, con la preparazione mirata di Giochi di Rio: appena 4 centesimi più alto di quello degli Assoluti di Riccione, terzo crono mondiale dell’anno.
Il ct della Juventus Massimiliano Allegri si è voluto complimentare così su Twitter con l’azzurro

Europei Nuoto 2016: la prima giornata londinese è partita quindi con tre medaglie azzurre. A fine giornata infatti si aggiungono due favolosi argenti delle staffette 4×100 stile libero. Il quartetto femminile, che dopo le prime tre frazioni (Di Pietro, Ferraioli, Pezzato) riesce a recuperare fino alla seconda piazza grazie alla rimonta della solita Pellegrini: la campionessa veneta è partita in ultima frazione della 4×100 stile libero al terzo posto, è scivolata in quarta nella prima vasca, ma poi ha inserito il turbo e si è lasciata alle spalle prima la Francia e poi la Svezia. Il compagno Magnini, al contrario, la spunta nello sprint finale sul Belgio e su una sorprendente Grecia (salgono sul podio Dotto, 4803 lanciato, Leonardi e Boffa). Secondo gradino del podio quindi e medaglia d’Argento anche alla 4×100 maschile che in 3’14″29 si posiziona alle spalle della Francia.

  •   
  •  
  •  
  •