Londra 2016: bronzo per Lidia Cerruti nel Solo Tecnico di nuoto sincronizzato

Pubblicato il autore: Ramona Buonocore Segui
Reem+Wail+Synchronized+Swimming+15th+FINA+ywunvkUZH3TlLondra 2016: ancora una medaglia per la Nazionale Italiana agli Europei di Nuoto.
A portare a casa un bronzo è di nuovo Linda Cerruti, questa volta nel singolo di Solo Tecnico di nuovo sincronizzato, dopo quello nel Duo Libero di ieri con Costanza Ferro.
L’atleta ventiduenne di Savona aggiunge alle sue vittorie il terzo sigillo continentale, staccata solo dalla russa Romashina di sei punti e dall’ucraina Voloshyna di tre punti.
A fare da sfondo alla prova tecnica alla Cerruti (ricordiamo che nuoterà in tutte le specialità femminili in programma fino a domani) è stato un mix di musiche della cantante Loreena McKennit, icona della musica celtica, mentre la coreografia è stata curata da Giallombardo, Farinelli, Tomomatsu e Burlando.
A portare a casa una splendida medaglia d’oro, volteggiando sulla colonna sonora di “Pretty Woman”, film cult degli anni Ottanta con Richard Gere e Julia Roberts, è stata la triolimpionica e diciassette volte campionessa mondiale Svetlana Romashina.
Un risultato ben meritato quello di Linda che, reduce da influenza e per questo leggermente tesa, è riuscita a non perdere la concentrazione, raggiungendo il risultato di 87.1493 (es. 27.000, impr. art. 26.2000, el. 33.9493).
“Non siamo abituati a tante premiazioni. Siamo molto contente perché le ragazze stanno reagendo bene, Linda oggi era più contratta del solito e la stanchezza ha cominciato a farsi sentire, ha dichiarato la Giallombardo, ct delle azzurre. Questa era la gara che più temeva ed è stata brava comunque a consolidare la sua posizione dietro Russia e Ucraina. Stiamo lavorando molto sul gruppo e speriamo di poter fare sempre di più”.
 “Speriamo di abituarci a stare sempre sul podio. Alla terza medaglia continuo ad emozionarmi, ma spero che ce ne saranno altre nei prossimi giorni. La prima gara è sempre la più difficile delle altre perché aiuta a rompere il ghiaccio e ti fa acquisire confidenza e determinazione, racconta Linda Cerruti, ormai il sincro fa parte della mia vita e questi risultati ripagano dei tanti sforzi compiuti durante l’anno. Quest’anno abbiamo dato la precedenza ad altri esercizi per le Olimpiadi di Rio e abbiamo avuto meno tempo per preparare questo sincrono per gli Europei. Quando si lavora tanto e i risultati non arrivano puoi subire anche qualche momento di scoraggiamento. Le classifiche degli Europei di quest’anno dimostrano che l’Italia è cresciuta ed io con lei. Il nuoto sincronizzato mi è sempre piaciuto sin da bambina, non ho nemmeno mai provato a praticare qualche altro sport anche se mi piace ancora oggi sciare”
Per l’Italia è dunque la nona medaglia: un oro con la tuffatrice Tania Cagnotto, quattro argenti e quattro bronzi e ciò dimostra la crescita che tutta la Nazionale Azzurra sta percorrendo a partire dal suo esordio di Atene 1991.
Ricordiamo in chiusura gli appuntamenti di oggi pomeriggio dei Campionati Europei di nuoto di Londra 2016:
Alle 17.00 la nazionale di nuoto sincronizzato tornerà in vasca per il Libero combinato con la squadra delle atlete bronzo a Berlino 2014.
Per il tuffi l’appuntamento è con Michele Benedetti dai 3 metri e di tuffi sincro dalla piattaforma con Vladimir Barbu e Mattia Placidi.
  •   
  •  
  •  
  •