Le dichiarazioni di Morini su Gregorio Paltrinieri

Pubblicato il autore: fabia Segui
Gregorio Paltrinieri European Swimming Championships 2016London

Gregorio Paltrinieri European Swimming Championships 2016London


Stefano Morini afferma a pochi giorni dai giochi di Rio:”Sulla carta siamo i favoriti, perché il cronometro ci dà il primo tempo mondiale dell’anno. Magari gli avversari, come Sun Yang, Horton, e ci metto anche il tunisino Mellouli, si sono nascosti e a Rio faranno degli exploit, noi comunque siamo pronti a tutto”. Sono meno di venti giorni dai Giochi di Rio 2016 e il  tecnico di Greg Paltrinieri, non si nasconde ma rivela le sue aspettative in vista della gara dei 1500 stile libero, dove l’azzurro detiene il titolo di campione iridato e il record del mondo. “Andiamo a Rio per far bene anche se l’Olimpiade è una gara diversa, perché viene fatta ogni quattro anni e dunque è più importante. Speriamo di fare un crono ancora più importante, se arriva ne siamo felici ma ciò che conta ai Giochi sono le medaglie e questo sarà il nostro obiettivo”. Detto questo a seguito di tali dichiarazioni non possiamo che fare un grande in bocca al  nostri azzurri!

Scendiamo nel dettaglio…Pillole su Greg Paltinieri!
Gregorio Paltrinieri nasce a Carpi il5 settembre 1994. È un nuotatore italiano, specializzato nello stile libero, in cui è il detentore del record mondiale nei 1500 m in vasca corta e di quello europeo in vasca lunga.È campione del mondo in carica dei 1500 metri e primatista europeo di questa distanza, sia in vasca lunga che in vasca corta, e degli 800 metri in vasca lunga.

Emerge nel panorama natatorio nazionale nel 2011 quando, all’età di 16 anni, vince i 1500 m stile libero al “48º Trofeo Sette Colli” in 15’04″90. Si fa notare per  la quarta migliore prestazione italiana e  migliora il proprio record personale di circa quindici secondi, rispetto al precedente 15’19″57.

Nel 2012 è campione europeo dei 1500 m vincendo la medaglia d’oro ai Campionati europei di Debrecen in 14’48″92.L’anno seguente vince la sua prima medaglia ai Campionati del mondo quando nell’edizione di Barcellona ottenne il bronzo migliorando anche il record italiano di Federico Colbertaldo.

Nel 2014, agli Europei di Berlino, si riconferma campione europeo dei 1500 m realizza anche il nuovo primato continentale in 14’39″93 e cancellando il record di Jurij Prilukov che resisteva dalla finale olimpica del 2008, divenendo il primo atleta europeo a scendere sotto il muro dei 14’40.Nello stesso anno si laureò campione mondiale in vasca corta a Doha, realizzando il nuovo primato continentale in 14’16″10 sottraendolo ancora una volta all’atleta russo.

Nel 2015 ai mondiali di Kazan’ conquistò, il 5 agosto, l’argento negli 800 metri stile libero dietro al cinese Sun Yang col nuovo record europeo di 7’40″81. il 9 agosto vince, per la prima volta nella storia per un italiano, la medaglia d’oro dei 1500 metri stile libero davanti allo statunitense Connor Jaeger e al canadese Ryan Cochrane col tempo di 14’39″67, nuovo record europeo della distanza

Lo stesso anno vince il secondo oro europeo in vasca corta, abbassando lo storico record del mondo di Grant Hackett di 2 secondi. Il precedente primato, risalente al 2001, l’unico ad aver resistito all’era dei costumi in poliuretano, venne abbassato a 14’08″06.

Gregorio Paltrinieri, soprannominato “Greg”, inizia a muovere le prime bracciate già all’età di tre mesi quando i genitori lo iscrivono ai primi corsi di acquaticità. Il padre Luca, ex-nuotatore agonista di buon livello, gestisce la piscina di Novellara in provincia di Reggio Emilia. Fu proprio in quella piscina che il nuotatore carpigiano iniziò ad allenarsi sotto la guida del padre. La carriera di Gregorio iniziò nella rana, che rimane la sua specialità sino ai 12 anni. Successivamente, complice lo sviluppo fisico e la notevole statura, passa allo stile libero. Gareggia per la società Coopernuoto e dal 10 luglio 2012 anche per la squadra della Polizia di Stato.Si allena nel centro di Ostia sotto la supervisione tecnica di Stefano Morini.
La sua carriera comincia nel 2011.
Nel mese di marzo gareggia nei 1500 m stile libero ai Campionati assoluti di Riccione, durante i quali arriva ai piedi del podio in 15’19″57. Nell’estate dello stesso anno si rivela al panorama natatorio nazionale quando al “48º Trofeo Sette Colli” vinse i 1500 m stile libero in 15’04″90. Realizza, in quell’occasione, la quarta migliore prestazione italiana di sempre e riuscì a migliorare il proprio personale di circa quindici secondi. Tale riferimento cronometrico è migliorato di circa 0.4 decimi anche in finale di stagione, nel corso dei Campionati italiani quando vince il suo primo titolo. Gli ottimi ed inaspettati risultati ottenuti a Roma gli permettono di fatto la qualificazione ai Mondiali di Shanghai, nonostante la partecipazione dell’atleta fosse già programmata per gli Europei e i Mondiali juniores. La Federazione ritenne comunque opportuna la partecipazione di Gregorio anche all’edizione iridata di Shanghai, così da poter  fare esperienza in una grande manifestazione.La stagione estiva dell’atleta è molto intensa, fitta di manifestazioni internazionali quali: Gli Europei e i Mondiali giovanili e i Campionati mondiali di Shanghai. Nelle prime due manifestazioni va a medaglia in tutte le finali disputate, mentre ai mondiali cinesi si ferma alle batterie al 19º posto.

  •   
  •  
  •  
  •