Pallanuoto – Il Setterosa per Rio

Pubblicato il autore: Michele D. Segui

setterosa
Il CT Fabio Conti ha reso note le tredici atlete che rappresenteranno il Setterosa alle Olimpiadi di Rio de Janeiro. Confermato il gruppo che ha conquistato il bronzo ai campionati europei di Belgrado e la qualificazione olimpica a Gouda e 12/13 della squadra di bronzo ai campionati mondiali di Kazan, con la sola Cotti che sostituisce la Barzon.

Ecco le atlete:

Laura Teani (Plebiscito Padova)

Elisa Queirolo (Plebiscito Padova)
Roberta Bianconi (Olimpiakos)
Giulia Emmolo (Olimpiakos)
Rosaria Aiello (Despar Messina)
Federica Radicchi  (Despar Messina)
Arianna Garibotti  (Despar Messina)
Giulia Gorlero (Despar Messina)
Teresa Frassinetti (Bogliasco Bene)
Aleksandra Cotti (Rapallo Pallanuoto)
Francesca Pomeri (Città di Cosenza)
Chiara Tabani (Mediostar Prato)
Tania Di Mario (L’Ekipe Orizzonte)

Rimangono fuori rispetto all’ultima convocazione, che prevedeva però 15 atlete, Laura Barzon e Valeria Palmieri.
Vi sarà la quarta olimpiade per la 37nne Tania di Mario, unica superstite del trionfo olimpico di Atene nel 2004.
Esordio olimpico per la Teani, la Quairolo, la Aiello , la Garibotti, la Pomeri e la Tabani. Le altre erano già presenti a Londra.

Queste Le dichiarazioni di Conti: “Quello delle convocazioni è sempre un momento difficile. Ringrazio tutte le ragazze che hanno ruotato nel corso del quadriennio. Cercheremo di perfezionare gli automatismi nell’ultima fase di preparazione in programma a Roma da lunedì al 2 agosto, giorno della partenza per Rio de Janeiro“.

Le azzurre saranno inserite nel girone A, con Russia, Australia e Brasile. L’altro girone comprende Spagna, Cina, Ungheria e Stati Uniti
Tre di queste avversarie sono state affrontate alla Benu Cup di Budapest, proprio in questi Giorni. Il setterosa ha conluso il torneo con una vittoria e due sconfitte. Battuta l’Ungheria 10-7 nella prima giornata, le azzurre hanno poi perso per 13-12 con le Spagnole e 10-8 con le Australiane

Ora la squadra farà ritorno in Italia sabato; ci saranno tre giorni di riposo fino a lunedì e poi si tornerà in  collegiale a Roma nella piscina dello Stadio del Nuoto. Finalmente, il 2 agosto, si partirà in direzione Rio de Janeiro per l’avventura olimpica, per tentare di riscattare la brutta prova di Londra con l’eliminazione ai quarti con le statunitensi, poi vincitrici, e perchè no tornare su quel podio che manca dal trionfo di Atene 2004.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: