Rio 2016, Federica Pellegrini per l’oro

Pubblicato il autore: Francesco Sbordone Segui

pellegrini_foto_mezzelani_gmt010_20160427_1089523904
Giù la maschera e potenza assoluta. Federica Pellegrini arriva terza nella sua semifinale e si candida a vincere l’Oro nella finale dei 200 metri stile libero. Allo Estadio Acquatico di Rio de Janeiro, la nostra porta bandiera chiude terza in 1’55”42, in una gara che l’ha vista nuotare fianco a fianco con Katie Ledecky (secondo tempo, 1’54”81), che è l’altra favorita insieme alla nostra azzurra. La Pellegrini ha dimostrato il suo valore riuscendo a centrare la finale senza eccedere e senza consumare troppe energie. Una gara gestita in modo quasi perfetto dalla Pellegrini con un primo 50 veloce a fianco delle sue principali avversarie, una tattica inusuale che ha condizionato tutte dal punto di vista mentale. L’obiettivo iniziale era raggiungere la finale, e nessuna in acqua ha tentato di forzare preferendo controllare le vicine di corsia. Una tattica che ovviamente non rivedremo in finale, adesso la diciannovenne americana Ledecky non è più sicura di essere superiore a tutte e servirà scendere ancora un bel po’, per non dire nuotare in 1’53”, per vincere la medaglia dal valore più pregiato.
Una Federica Pellegrini raggiante a fine gara: “Sono contenta, pensavo fosse molto diversa la gara di oggi. Pensavo che le due, Sjostrom e Ledecky, partissero e che le avrei viste solo all’arrivo. Invece è stata una buona gara, mi sono sentita molto bene in acqua. Volevo comunque arrivare terza per averle tutte e due dal lato del ritorno. E quindi sono contenta -analizza la fuoriclasse veneta-. Se ho controllato negli ultimi 25 metri? Preferisco non dire nulla per scaramanzia. Loro sono avanti, ma sarà una finale molto agguerrita. Non so loro quanto abbiano forzato, ma sono contenta di essere in corsia tre e di come ho nuotato. Mi sono preparata bene, ed è quello che cerca di fare chiunque, per arrivare all’Olimpiade facendo quello che programmi di fare da 4 anni. Ma solo dopo la finale potrò dire come sto davvero. Londra? Non ci penso a come è andata”.
Spazzati via i dubbi e le paure, per Federica Pellegrini forse l’ultima finale Olimpica e quindi l’ultima possibilità di salire sul gradino più alto del podio e poter indossare quella medaglia dal valore inestimabile.
Finale in programma martedì 9 agosto alle 22.19 ora locale, le 3.19 italiane.
Oltre a Federica Pellegrini ci saranno anche tanti altri italiani in gara oggi impegnati nelle vasche di Rio e che potrebbero vincere qualche medaglia. Da guardare e tenere sotto controllo i 100 metri stile libero con Filippo Magnini e Luca Dotto impegnati alle 18:02 italiane con le batterie, i 200 farfalle donna con Pirozzi e Polieri e i 200 rana con Pizzini. Importante match per il setterosa del CT Conti e di Tania Di Mario, alla sua quarta Olimpiade, che affrontano le padroni di casa del Brasile alle 15:20 italiane.

Ecco il programma degli azzurri impegnati oggi 9 Agosto:
15.20 PALLANUOTO: Donne, Brasile-ITALIA
18.02 NUOTO: 100 sl U (batterie) (DOTTO, MAGNINI)
18.28 NUOTO: 200 farfalla D (batterie) (PIROZZI, POLIERI)
18.50 NUOTO: 200 rana U (batterie) (PIZZINI)
21.00 TUFFI: Piattaforma sincro D (finale)
3.03 NUOTO: 100 sl U (semifinali) (ev. DOTTO, MAGNINI)
3.19 NUOTO: 200 sl D (finale) (PELLEGRINI)
3.28 NUOTO: 200 farfalla U (finale)
3.37 NUOTO: 200 farfalla D (semifinali) (ev. PIROZZI, POLIERI)
4.03 NUOTO: 200 rana U (semifinali) (ev. PIZZINI)
4.29 NUOTO: 200 misti D (finale)
4.38 NUOTO: 4×200 sl U (finale)

  •   
  •  
  •  
  •