Rio 2016, Nuoto: Detti è bronzo nei 400 sl. Grande rimonta dell’azzurro. 4×100 solo sesta in finale

Pubblicato il autore: Saverio Crea Segui
237383b36be740b88f5f11787d65416b-U202182049561v7B-U1606314155934t-350x467@Gazzetta-Web_zoom

Gabriele Detti con la medaglia di bronzo, conquistata nei 400 sl. Foto: AP

Rio 2016: Bronzo nel nuoto con Detti

Notti di medaglie per l’Italia alle Olimpiadi. Dopo l’argento della Fiamingo, nella Spada, ecco un bronzo nel nuoto. A vincerlo, è stato Gabriele Detti nei 400 stile libero. A conquistare l’oro, è’ lo statunitense Mack Horton. Il nuotatore Usa ha vinto in 3’41″55 battendo il grande favorito, il cinese Yang Sun , che ha chiuso alle sue spalle. Impresa dell’azzurro Gabriele Detti, che negli ultimi 50 metri riesce a prendersi il bronzo staccando l’altro americano, Dwyer. Grande rimonta del livornese che dall’ultimo posto risale fin sul podio dietro Horton e Sun. Partenza pessima la sua ma alla fine, arriva la soddisfazione del terzo posto. Detti, si era qualificato a questa finale, con il terzo tempo assoluto, superiore anche a quello del cinese Sun. L’azzurro, ha sofferto nelle prime battute della gara e solo nel rash finale, si è aggiudicato la medaglia. Il nuoto italiano gioisce, anche per un altro motivo. Era da 16 anni che la Nazionale di nuoto, non raggiungeva il podio nella disciplina dei 400 stile libero. L’ultimo atleta a farlo, era stato  Massimiliano Rosolino ai Giochi di Sydney 2000, con il record italiano di 3:43.40 stabilito; Detti, si è avvicinato a questo primato di 9 centesimi. Il nuotatore italiano, ha solo 22 anni e si è garantito, la prima medaglia olimpica. Quest’anno, aveva primeggiato negli Europei di Londra, sempre nei 400. In precedenza, si era distinto nei Mondiali e negli Europei giovanili con alcuni ori e argenti.

Detti: “E’ il sogno di una vita

Ecco le parole dell’italiano Gabriele Detti, dopo la medaglia di bronzo, riportate dalla Gazzetta: “Non poter gareggiare nel 2015 per l’infortunio mi ha dato tanta forza e mi sto prendendo la mia rivincita. Questo bronzo fa effetto. Quando ho ripreso Dwyer non capivo più niente. Poi quando ho visto… bum! Ci sono adesso gli 800 e i 1500. Io ci provo, certo”. “Non sono partito bene? Mi hanno dato 2″… fate voi. Cos’ho pensato all’arrivo? E’ fatta, solo questa. E’ fatta”. “La dedica?  Alla mia famiglia che è rimasta sveglia stanotte. E’ il sogno di una vita”.

4×100 femminile solo sesta

Nell’altra gara , che riguardava l’Italia, delusione per Federica Pellegrini e le nuotatrici della 4×100 stile libero. Nella finale della staffetta femminile, a trionfare è l’Australia, che batte il record del mondo (3’30″65). A seguire Stati Uniti (3’31″89) e  Canada (3’32″89). Le nuotatrici italiane, hanno peggiorato il tempo ottenuto in batteria e sono finite seste (3’36″78) e fuori dalla corsa medaglie. La campionessa veneta, commenta positivamente la gara: Un successo arrivare a finale, dall’Olimpiade di  Sidney nessuna finale era stata raggiunta dalla staffetta femminile. Siamo molto contente. Un giorno di stacco, poi la gara dei 200 sl” .

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: