Rio 2016 nuoto : prima giornata con Detti e Pellegrini subito in acqua

Pubblicato il autore: Michele D. Segui

Gabriele Detti
Pronti, partenza, Via ! Partono le gare di nuoto nella piscina Olimpica di rio. Subito molti big in gara, e prime nostre possibilità di finale con Gabriele Detti, Turrini e la 4×100 donne.

Queste le gare in programma, in ordine cronologico:

400 misti uomini-Saranno le otto vasche con i 4 stili ad aprire la rassegna: il favorito di questa gara pare il giapponese Kosuke Hagino, che si presenta con il miglior tempo dell’anno. A sfidarlo il connazionale bi-campione del mondo Deiya Seto, l’americano Chase Kalisz e l’ungherese Verraszto. Possibili outsider l’altro americano Litherland, dai finali portentosi, e il tedesco Heidtmann. Due gli italiani: Federico Turrini deve entrare in finale, che col suo miglior tempo è ampiamente alla portata.Più difficile per Luca Marin, alla sua quarta olimpiade, che punta a migliorare i suoi tempi stagionali. Finale alle 3 italiane

100 farfalla donne-Una delle gare a pronostico più chiuso di questa olimpiade vede come stra favorita la svedese Sarah Sjostrom, che dopo la sconfitta con la Ottessen all’europeo 2014 non si è più fermata, tra titoli e record del mondo. A cercare di fermarla la statunitense Worrell, la stessa Ottessen, l’australiana Mckeon e le due cinesi Chen e Lu, senza dimenticare la campionessa uscente e neo-mamma Dana Vollmer. Per l’italia ritorna Ilaria Bianchi, dopo il quinto posto di Londra. Non ha più migliorato i suoi tempi da allora, mentre il mondo è progredito parecchio, ma proprio quest’anno gli ha riavvicinati. Per lei obbiettivo finale, che sarà domani. Nuoterà nella quinta batteria.

400 stile libero uomini– Batterie di fuoco quelle che inizieranno alle 18:48 italiane, quelle delle 8 vasche a stile libero. Una vera e propria battaglia a eliminazione per eleggere gli otto che si sfidernno nella finale di stanotte alle 3:30. Tra loro vuole esserci Gabriele Detti, autore finora di una stagione strepitosa. Il ragazzo livornese, “gemello” di Greg Paltrinieri, si presenta con il quinto tempo dell’anno è sarà nella settima e ultima batteria, insieme al favorito e  leader stagionale Mack Horton e all’inglese Guy. Da tenere d’occhio pure McKeon e Stjepanovic,importante riuscire almeno a stare tra i primi tre per centrare l’obbiettivo. Nella prima batteria i dopati di ritorno Sun Yang e Tae Hwan Park, gli altri favoriti per le medaglie, insieme agli americani Jaeger e Dwyer.

400 misti donne– Entra in acqua un’altra delle super protagoniste,  Katinka Hosszu. L’ungherese punta al suo primo oro olimpico, e a sfidarla saranno la statunitense DiRado, la spagnola Belmonte e l’inglese Miley, senza togliere una Beisel che però non è sembrata irresistibile in stagione. Poi vi è l’incognita Ye Shiwen, che ricordiamo doppio oro al Londra, con ultimo 100 stile del 400 più veloce della gara maschile.E’ da Londra che non si ripete, ma si sa il clima olimpico fa miracoli. Due le azzurre al via: Luisa Trombetti e la più giovane olimpionica italiana, Sara Franceschi: per loro finale obbiettivamente lontana, obbiettivo fare il personale. Finale alle 3:40

100 rana uomini– Sarà il britannico Adam Peaty il favorito delle due vasche a rana. L’inglese è imbattuto da due anni e ha stabilito lo scorso anno il record del mondo della distanza. Lontani gli altri: il sudafricano Van Der Burgh, campione in carica, può dare fastidio se al meglio, e tutta la stagione si è tenuto nascosto. Tutti gli altri, a partire dagli americani Cordes e Miller, i brasiliani Felipe Franca e Gomes, e i giapponesi, paiono abbastanza lontani e lotteranno per il bronzo. Unico italiano al via Toniato, che punta alla barriera del minuto per un eventuale semifinale.

4×100 stile libero donne– L’Australia si presenta con grado di favorita assoluta con uno squadrone tempi alla mano inavvicinabile. Cate Campbell, Bromte Campbell, Emma McKeon, Britt Elmslie o Emily Seebhom garantiscono un tempo da record. Rivale più accreditata l’olanda delle varie Kromowidjojo e Heemskerk, con gli USA indietro con una squadra in parte giovane tutta da valutare. Possibile sorpresa il Canada della giovanissima Oleksiak. L’Italia si presenta col collaudato quartetto Ferraioli, Di Pietro, Pezzato, Pellegrini, quest’anno argento a Londra agli europei. Obbiettivo finale, che sarà stanotte alle 4:24 italiane.

  •   
  •  
  •  
  •