Giochi Paralimpici 2016. Nuoto. Bocciardo oro

Pubblicato il autore: simona salta Segui

imageGiochi Paralimpici 2016. Nuoto. Bocciar

do oro
Il genovese ottiene l’oro nei 400 stile S6.
Pancalli: “Un ragazzo straordinario, che dopo aver dominato la scena europea e mondiale, oggi trionfa anche nel palcoscenico più importante per un atleta”.
“Ho capitalizzato tutta l’energia che avevo per arrivare fino in fondo e vincere” ha detto Bocciardo alla premiazione.
Il nuoto, in questi giochi di Rio, sta facendo da padrone, regalando alla delegazione italiana delle grandi soddisfazioni.
Dopo Federico Morlacchi, questa volta a conquistare l’oro è stato Francesco Bocciardo dominatore incontrastato dei 400 stile libero.
Il genovese ha vinto la gara dei 400 stile libero S6, fermando il cronometro sul 5:01.15, precedendo, al traguardo, l’olandese Van Hoffweegen (5:07.82) e il cubano Perez Escalona (5:14.44).
“E’ stata dura ma è una cosa bellissima – dichiara a fine gara il ligure – una sensazione che mi porterò dietro tutta la vita e che un giorno potrò raccontare ai miei figli”.
“Nonostante il Mondiale sia un’emozione incredibile – confessa il Portacolori della Nuotatori Genovesi – vincere una Paralimpiade è ancora più grande”.
“Arrivando da campione europeo e mondiale in carica ho sentito un pò di pressione – ammette Bocciardo – ma sono riuscito a trasformarla in energia per vincere”.
“Francesco è un grandissimo campione e un ragazzo straordinario – esordisce il Presidente del CIP, Luca Pancalli – da Londra ad oggi ha continuato a lavorare con serietà e spirito di sacrificio, e oggi è riuscito a raccogliere i frutti di tanto impegno”.
“Dopo aver dominato la scena europea e mondiale, oggi Francesco trionfa anche sul palcoscenico più importante per un atleta – sostiene Pancalli – complimenti a lui, all’intero Team, alla Federazione e a tutti i tecnici per il lavoro svolto. Grazie ragazzi, continuate a farci sognare”.
Questa per l’Italia è la medaglia numero 15, l’ottava per il team acquatico.
Francesco ha iniziato a nuotare a cinque anni,come terapia.
Nel tempo ha acquistato quella capacità e determinazione che lo hanno portato a diventare campione del mondo.
È successo nel 2015 a Glasgow quando ha vinto l’oro sempre nei 400 stile libero.
A Funchal, lo scorso Maggio,ancora un oro, e ancora in Portogallo dove ha conquistato due bronzi nei 100 e nella staffetta 4×100 stile libero.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: