La Pro Recco non si ferma a Savona. Battuta la Rari Nantes 6-11

Pubblicato il autore: marco benvenuto Segui

Pro Recco

Nel derby ligure dello Zanelli la Pro Recco supera una coriacea Rari Nantes Savona per 6-11. Vujasinovic deve fare a meno di Aicardi e Figari ma recupera i centroboa Bodegas e Bruni: Mandic può così tornare nel suo ruolo preferito. Partita bloccata nei primi minuti, poi Echenique inaugura il tabellino con un mancino incrociato, cui risponde subito Lorenzo Bianco in situazione di superiorità. È ancora un sinistro, quello di Mandic, a riportare avanti i biancocelesti, ripresi dal greco Gounas. A tre minuti dal termine Figlioli non sbaglia davanti ad Antona per il 2-3 che chiude il primo tempo.

Parziale che si ripete anche nei seguenti otto minuti in cui si segnala la prima rete con la calottina biancoceleste di Edoardo Di Somma.  Il terzo tempo si apre con il gol dell’ex, e prima marcatura con la Pro Recco, per Alesiani imbeccato da Ivovic lanciato in controfuga. È il primo squillo di un tempo che vede prevalere le difese: solo a tredici secondi dal termine Sukno, in superiorità, gonfia di nuovo la rete biancorossa. Nel IV tempo è ancora la Pro Recco a prevalere con Tempesti che para un rigore a Gounas.
“Mi aspettavo una partita difficile, in questo periodo si lavora tanto e quindi la stanchezza si fa sentire – ammette mister Vujasinovic -. Nel primo tempo abbiamo avuto dei cali di concentrazione e abbiamo preso dei gol che sono stati dei veri e propri regali. La squadra poi ha reagito bene, ha fatto una quindicina di minuti di buon gioco e questo è importante: aver avuto un segnale di vita dopo una partenza un po’ a rilento. Proseguiamo con fiducia, il gruppo c’è e sarà pronto per le grandi sfide che ci aspetteranno da novembre in poi”.
  •   
  •  
  •  
  •