Nuoto – Mondiali di Windsor: il flop di Detti. Tutte le gare di oggi

Pubblicato il autore: Pietro D'Alessandro Segui

detti-lapresse Foto da Swimbiz

I Mondiali di nuoto in vasca corta di Windsor in Canada entrano nel vivo. Per i colori azzurri le gioie si alternano ai dolori.
Federica Pellegrini dopo aver raggiunto la qualificazione per la finale dei 200 metri stile libero arrivando terza nella sua batteria e aver centrato anche la qualificazione nella staffetta 4×100 stile libero assieme alle compagne Ferraioli, Di Pietro e Pezzato, ha vinto la medaglia d’oro nella prova individuale e la medaglia d’argento nella staffetta.
La delusione grande deriva dalla prova opaca di Gabriele Detti. L’atleta livornese, nella specialità nella quale ha conquistato la medaglia d’oro agli Europei di Londra 2016 e la medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Rio 2016, è arrivato dodicesimo nella sua batteria con il tempo di 3’42”58, di ben 5” sopra il record italiano di 3’37”22 conquistato appena una anno addietro in Israele.

Mondiali di Windsor: le parole dello zio-allenatore dopo il flop di Detti

La prestazione di Detti ha causato l’ira funesta di Stefano Morici, suo zio-allenatore, che si è espresso duramente nei confronti del suo pupillo. Le sue dichiarazioni, riportate da “La Gazzetta dello Sport”, lasciano trasparire l’amarezza causata dalla prova del nipote: “Non si può affrontare le gare in maniera superficiale, anche se non si vuole fare la gita turistica, si ha l’idea di spaccare il mondo ma non si può spaccare il mondo, il problema è che le gare si costruiscono giorno dopo giorno con gli allenamenti. Questo può essere anche colpa mia: se non mi accorgo di queste cose, allora non dovevo portarlo qui. Intanto bisogna farsi trovare sempre pronti: non si vive di rendita o sugli allori, soprattutto in queste gare. Nei 50 puoi inventare il numero, dai 200 in su non si può vivere di ricordi o di speranze”.
La delusione di Stefano Morici è forte e nessuna giustificazione può alleviarla: “Era anche preventivato, certo, di fare un ciclo più soft, che ci fossero impegni extra e si dovesse godere le feste, la fama o notorietà: ripeto, era giusto, ci metto anche Paltrinieri. Ma questa esperienza deve servire a fargli capire che bisogna mettere la testa nell’acqua sempre, altrimenti non si ottiene niente”. Queste le sue parole che tentano anche di guardare al futuro: “In queste gare c’è solo da lavorare duro. Le divagazioni, gli sponsor, la fidanzata, tutte cose belle ma senza distogliere la testa dall’obiettivo. Se l’obiettivo sono i risultati, bisogna pensare solo a quelli: capisco che è difficile ma è necessario. Non faccio il giro del mondo per fare 3’43”, Gabri aveva nuotato meglio a Massarosa: posso capire che non fosse al meglio, ma la finale era il minimo. Mi auguro solo che molti dei finalisti in vasca lunga spariranno. Ma quant’è successo nei 400 non dovrebbe succedere: vedremo ora nei 1500”.

Mondiali di Windsor: le gare di oggi

Le gare di oggi, trasmesse in diretta da Rai Sport 1, si divideranno tra le batterie di qualificazione in programma alle 15 e 30 e le finali in programma a mezzanotte e mezza. Gli azzurri impegnati saranno Scalia, Carraro, Di Pietro e Ferraioli nella staffetta 4×50 mx donne, Pellegrini e Ferraioli nella 100 metri stile libero donne, Carini nella 100 metri farfalla uomini. Le altre batterie che si disputeranno oggi sono la 200 metri farfalla donne, le staffette 4×50 stile libero uomini e donne e la 800 metri stile libero donne. Le finali in programma riguardano la staffetta 4×50 mx donne, la 100 metri dorso uomini, la 200 metri farfalla donne, la 100 metri rana uomini, la 50 metri rana donne, la 200 metri stile libero uomini, la 100 metri dorso donne e la 4×50 stile libero uomini e donne.

  •   
  •  
  •  
  •