Mondiali nuoto, Detti è bronzo nei 400! Staffetta 4×100 squalificata. Settebello ai Quarti

Pubblicato il autore: Saverio Crea Segui

Il podio dei 400 sl: Mack Horton, Sun Yang e Gabriele Detti. Foto: Getty

Mondiali nuoto, Detti vince il bronzo

Gabriele Detti ha vinto il bronzo nei 400 stile libero. L’azzurro, per un soffio non ha acciuffato l’argento, conquistato da Horton. Oro per il cinese Sun Yang. Detti ha rilasciato alcune dichiarazioni a caldo: “Mi interessava il podio, non il tempo. Ho provato ad attaccare Horton, ma a un certo punto ho finito la benzina. Sono abbastanza contento, arrivare a vincere una medaglia mondiale era quello che volevo. Ci siamo levati ‘sto ‘tabù mondiale. Adesso ho rotto il ghiaccio e sono contento”
Fuori dalle finali dei 50 e 100 farfalla, Ilaria Bianchi e Piero Codia. Nei 100 rana, Martinenghi è il primo degli eliminati e non raggiunge l’ultima gara. E’ il mio primo Mondiale. Ora vedrò di capire cosa ho sbagliato. Non è finita. Non mi butto giù”, ha detto il ranista che aveva patito qualche problema di salute. Infine, la staffetta 4×100 maschile ha chiuso sesta la finale mondiale ma è stata squalificata insieme all’Australia, per un cambio irregolare. Vittoria per gli Usa, seguiti dal Brasile e dall’Ungheria.

Mondiali nuoto, Settebello ai Quarti

La Nazionale di Pallanuoto maschile, ha battuto  il Kazakistan negli Ottavi di Finale dei Mondiali di Budapest. La squadra di Sandro Campagna, si è imposta 12-7 ed ha comandato in tutti i parziali di gara (3-0, 4-1, 6-2, 9-3). In gol,  Renzuto Iodice e Mirarchi, autori di una tripletta, Di Fulvio e Bodegas, di una doppietta, capitan Figlioli e Fondelli. Il Settebello, incontrerà ai Quarti la Croazia. A fine gara, ecco le parole del ct Campagna: E’ stata una partita giocata sotto ritmo. Ci può stare, dopo due incontri di grandissima intensità con relativo dispendio di energie fisiche e psicologiche, contro Ungheria e Australia. La Croazia riposava, quindi inconsciamente i ragazzi hanno cercato di spendere il meno possibile. Abbiamo avuto il controllo della gara, senza mettere mai in discussione il risultato. Mi sono arrabbiato per qualche disattenzione che non mi è piaciuta. E’ stato un buon allenamento per Tempesti, che stavolta è partito dall’inizio”. Ai microfoni di Raisport, ha parlato anche Cristiano Rimarchi, autore di una tripletta. “Le emozioni per l’esordio della prima partita, sono ormai andate via. Ora mi sento molto a mio agio in questa squadra, con dei compagni con cui ho già giocato in Nazionale. Con la testa sono alla prossima partita…Italia-Croazia, bellissima, è la partita che aspettavamo dalla preparazione! Sappiamo che è un’avversaria storica del Settebello e l’affronteremo al massimo”. Il big match si giocherà il 25 luglio, alle ore 22.

 

 

  •   
  •  
  •  
  •