Mondiale femminile 2014: Azzurre sconfitte al tie break dalla Repubblica Domenicana

Pubblicato il autore: Francesca Romana Socillo Segui

Dopo le quattro vittorie consecutive contro Tunisia, Croazia, Argentina e Germania, l’Italia subisce la prima battuta d’arresto nell’ultima partita della prima fase del Mondiale di pallavolo femminile 2014. Nonostante la sconfitta al tie break contro la Repubblica Domenicana, le azzurre  mantengono la testa del girone ( Pool A) e passano alla fase successiva con ben 7 punti.

Il sestetto iniziale vede scendere in campo contro le domenicane: Lo Bianco palleggiatrice, Del Core e Piccinini schiacciatrici, Diouf opposto  e, infine, i centrali Chirichella e Arrighetti  (De Gennaro libero). Nel  primo set l’Italia fa fatica in attacco, accusando fin da subito la mancanza del braccio potente della Costagrande, tenuta in tribuna a causa di un infortunio. I problemi si fanno sentire anche in ricezione, soprattutto quando arriva il turno in battuta della caraibica Mambru che,  dal 6 pari, fa volare le compagne  6-14. Da questo momento la squadra domenicana riesce a controllare l’ampio vantaggio e con facilità chiude il primo set 15-25.

Il secondo set vede partire in vantaggio sempre la squadra ospite per 5-8, ma quando l’Italia sembra aver ritrovato la lucidità e comincia a recuperare punti, Antonella Del Core subisce un infortunio alla caviglia scendendo da muro.  La Del Core viene sostituita dall’opposto  Centoni che nonostante il cambio di ruolo si dimostra all’altezza. La squadra italiana non si lascia abbattere dall’infortunio e a testa alta affronta le avversarie riuscendo a chiudere il set 25-16 e portandosi così sul uno pari.

Il terzo set vede una partita più equilibrata, si gioca punto per punto. La Ferretti e la Piccinini entrano a metà set e l’Italia conquista due punti di vantaggio (17-15). Sul 17-17 torna in campo anche la Del Core tra gli applausi del PalaLottomatica. Ma alla fine a spuntarla è la Repubblica Domenicana, trascinata dalla fuoriclasse  De la Cruz, che chiude il terzo atto con quattro punti di vantaggio (21-25). Al quarto set arriva la reazione della nazionale azzurra, che spinta da un forte orgoglio, ritrova concentrazione e ordine. All’inizio del set l’Italia fatica un po’ a tenersi in vantaggio. Dal 16-13 la musica cambia e sulla metà campo della nazionale italiana non si commettono più errori. Le ragazze di Bonitta trovano la scia giusta e alla fine si aggiudicano il set per 25-16.

Si va al tie break, l’ultimo set a 15 punti. In campo l’aria è molto tesa, si gioca per vincere.  Nonostante la fatica di ben 4 set alle spalle, entrambe le squadre danno il massimo, non cade nulla. Ma anche questa volta il capitano della nazionale caraibica, De la Cruz,  non perdona e sono le ragazze della Repubblica Domenicana a festeggiare la vittoria chiudendo l’ultimo set 8-15.

Una sconfitta che lascia l’amaro in bocca, ma l’Italia chiude il girone di Roma con 7 punti, uno in più della Repubblica Dominicana e uno in meno della Cina. Adesso la sfida dei Mondiali di Pallavolo femminile si sposta a Bari, dove mercoledì le azzurre affronteranno l’Azerbaijan.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,