Derby d’Emilia: vince Modena. Uno 0-3 netto il risultato della partita contro Piacenza

Pubblicato il autore: Cristina Loria Segui

pallavolo risultato modena piacenza

Di fronte ad un PalaBanca sold out (3569 spettatori), Modena si aggiudica il 30simo derby emiliano, grazie a una maggiore determinazione e unione di squadra, ma anche a una battuta e un attacco più incisivo. Sei gli ace, a fine gara, dei gialloblù (contro i 4 piacentini) con Bruno e Petric trascinatori sui 9 metri.

Una sfida esaltante e tiratissima per questo ennesimo derby che regala un anticipo di pallavolo di altissimo livello, con i padroni di casa costretti a lasciare il confronto ai gialloblù su un netto 0-3. La sfida Piacenza-Modena, in realtà, si dimostra vissuta dall’inizio alla fine con i biancorossi che dimostrano maggiore unione e convinzione rispetto alle ultime due uscite in Champions League e Campionato.

“Partita non facile. I punteggi sono sempre stati vicini a parte il terzo set. In campo ho visto un’ottima Copra. La mia esperienza per ora è veramente positiva, – ha detto il  modenese Matteo Piano –  il gruppo è ottimo e anche la Società non è da meno. La vera ciliegina sulla torta è poter giocare con Bruno in regia”.

La Copra vince il confronto con la momentanea capolista solo a muro: 8 i muri vincenti per Zlatanov e compagni contro i 5 modenesi. Ngapeth, eletto MVP a fine gara, risulterà il miglior realizzatore dei canarini: 18 i punti messi a segno (di cui 1 ace e 2 muri); il posto 4 gialloblù sarà seguito da Petric (14) in grado di diventare una vera spina nel fianco dei padroni di casa nei suoi turni di battuta. Chiuderà in doppia cifra anche l’ex Vettori (10 punti di cui 1 ace). Tra le fila biancorosse buona la prestazione di Zlatanov (12 punti, di cui 2 muri), Le Roux (11 di cui 1 ace), Kohut (8 di cui 1 ace e 3 muri) e Ostapenko (7 di cui 2 ace e 2 muri) pungenti in battuta e a muro.

Leggi anche:  VNL maschile, 10ª giornata: solo la Polonia tiene il passo del Brasile

Alcune piccole imprecisioni nei momenti clou ci hanno segato le gambe, – ha commentato Hristo Zlatanov del Copra Volley Piacenza – altrimenti siamo sempre stati in grado di giocarcela. Non abbiamo demeritato nulla”.

La partita – Gara immediatamente accesa dalle prime battute: Zlatanov annulla il vantaggio gialloblù (2-2) ma Vettori (5-7) e il muro di Verhees (6-8) rimettono in riga i padroni di casa. La Copra dimostra convinzione e forte unione rispetto alle ultime due gare e con l’operato di Ostapenko (muro 7-9), Papi (8-9), Le Roux (9-9) e Zlatanov (11-9) annulla il vantaggio di Modena sorpassandola fino al time out tecnico sul +2 (12-10). Modena recupera prontamente (13-13) ma l’ace di Kohut (15-13) rimette in riga gli ospiti che riescono ad agganciare i biancorossi grazie a Ngapeth sul 19-19. Il pareggio dura veramente poco: il sensazionale muro a uno di Vermiglio vale il 20-19 con i troppi errori sui 9 metri degli uomini di coach Lorenzetti che regalano alla Copra il 21-20; Piacenza non è però da meno: l’incomprensione tra Vermiglio e Ostapenko annulla il vantaggio biancorosso (21-21) con coach Radici costretto a chiedere time out anche sul 21-23 dell’out di Le Roux. Le cose non girano per Piacenza e Modena, con Petric, ne approfitta per il 21-24. Il palleggio doppio di Zlatanov chiude il set sul 21-25. La battuta ficcante di Petric mette in seria difficoltà la ricezione di Piacenza nel secondo parziale: i due ace del gialloblù fanno volare Modena sullo 0-3. Le Roux emula l’avversario serbo con l’ace del 3-4 con Kohut che mantiene il -1 per il 4-5. Ngapeth (4-6) e Petric (5-7) allungano ma Piacenza trova nuovamente solidità e convinzione con Papi che annulla ripetutamente il vantaggio modenese prima sul 7-7 e poi sull’8-8. Zlatanov (9-9) e il muro a uno di Kohut (10-9) bloccano a più riprese i gialloblù che calano a picco sotto un muro biancorosso granitico (12-10). L’evoluzione del parziale si ribalta velocemente con Ngapeth a segno prima in attacco (13-12) e poi sui 9 metri (13-15). Piacenza lavora finemente per l’aggancio del 17-17 ma il nuovo turno in battuta di Petric consegna a Modena il +2 (18-20). Zlatanov (19-20) cerca di annullare nuovamente il vantaggio degli ospiti ma il turno in battuta fruttuoso di Bruno (2 ace 20-23 e 20-24) avvicinano i canarini alla chiusura del parziale, chiusura che avviene con l’attacco out di Zlatanov sul 20-25. Terzo set combattuto solo fino al 2-2 di Kohut, poi Modena prende il largo grazie a Ngapeth (2-4) e Petric (5-8). Ostapenko (ace 7-8) ridimensiona le distanze insieme a Massari (9-10) ma Modena torna a macinare terreno con Petric (9-12), Ngapeth (10-14) e Piano (11-15). Modena procede indisturbata fino al 16-21 quando Piacenza tenta di dare il tutto per tutto con Le Roux in recupero (18-22); l’ace di Vettori (20-24) sembra chiudere i conti, Zlatanov (21-24) e Ostapenko (ace 22-24) cercano l’aggancio ma la seconda battuta del russo finisce in rete consegnando set e partita a Modena sul 22-25

Leggi anche:  VNL maschile, 10ª giornata: solo la Polonia tiene il passo del Brasile

 Video check

1° SET 13-11 (Battuta Bruno) Video check richiesto da Modena per verifica in-out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Piacenza (13-11)

2° SET 1-3 (battuta Ostapenko) Video check richiesto da Modena per verifica in-out. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Modena (1-4)

5-7 (attacco Le Roux) Video check richiesto da Piacenza per verifica invasione a rete di Modena. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Piacenza (6-7)

11-9 (muro Zlatanov) Video check richiesto da Modena per verifica invasione a rete di Piacenza. Decisione arbitrale invertita punto assegnato a Modena (11-10)

20-25 (attacco Zlatanov) Video check richiesto da Piacenza per verifica in – out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Modena (20-25)

Risultato della partita COPRA PIACENZA – MODENA VOLLEY 0-3 (21-25, 20-25, 22-25)

Le formazioni COPRA PIACENZA: Alletti, Marra (L), Le Roux 11, Vermiglio 1, Papi 4, Da Silva Pedreira Junior (L), Massari 2, Zlatanov 12, Ostapenko 7, Tencati, Kohut 8. Non entrati Ter Horst, Rodrigues Tavares. All. Radici. MODENA VOLLEY: Mossa De Rezende 3, Sala, Petric 14, Rossini (L), Ngapeth 18, Piano 6, Verhees 5, Vettori 10. Non entrati Boninfante, Casadei, Donadio, Kovacevic. All. Lorenzetti. ARBITRI: Satanassi, Saltalippi.

Leggi anche:  VNL maschile, 10ª giornata: solo la Polonia tiene il passo del Brasile

Note – Spettatori 3600, incasso 26000, durata set: 29′, 28′, 28′; tot: 85′. COPRA PIACENZA Battuta: 10 errori, 4 ace Ricezione: 52% positiva, 26% perfetta Attacco 40% Muri 8 MODENA VOLLEY Battuta: 12 errori, 6 ace Ricezione: 58% positiva, 22% perfetta Attacco 54% Muri 5

  •   
  •  
  •  
  •