Pallavolo Modena Trento, il racconto di gara-2 delle finali

Pubblicato il autore: Gianluca Cedolin Segui

Pallavolo Modena TrentoPallavolo Modena Trento, il premio – Mentre al Camp Nou si affrontano i campioni di Barca e Bayern, al PalaPanini di Modena si sfidano due tra le squadre migliori dell’intero panorama pallavolistico. 5028 gli spettatori, in una cornice tutta gialloblu veramente spettacolare. Si comincia con la consegna del premio di MVP delle semifinali al fuoriclasse francese Earvin Ngapeth, che timbra i primi due punti di Modena con due grandi attacchi.
Pallavolo Modena Trento, il primo set – Si riparte dalla pazzesca vittoria in rimonta di Trento (da 0-2 a 3-2 con match point annullato a Modena), e dopo un inizio equilibrato gli emiliani sembrano risentire della grande pressione che hanno addosso (oltre che del caldo infernale del PalaPanini). Solé piazza due muri, Bruno non riesce a far girare la squadra, che sbaglia parecchio. Di contro Trento è cinica e spietata e approfitta dell’appannamento dei Canarini per portare a casa il primo parziale (25-19)
Pallavolo Modena Trento, la riscossa degli emiliani – La pallavolo che si gioca in questa serie finale è sempre di livello sopraffino, la tensione sempre altissima e le emozioni veramente forti. Il secondo set è già quasi da dentro fuori per Modena, che fa vedere di essere una squadra di campioni. Petric (19 punti e un’altra grande partita) e compagni faticano ancora ad avere fluidità nel cambio palla ma rispondo colpo su colpo a Trento (allenata da Simoni per la squalifica di Stoytchev, in tribuna). E così nonostante Kaziyski provi a tenere a galla i suoi, Modena porta a casa la frazione sul 25-23.
Pallavolo Modena Trento, terzo e quarto parziale – La terza frazione inizia con due ace di Kaziyski. Il volume dei colpi in attacco e delle difese si alza ulteriormente (spettacolare il muro di Trento su Petric per il 9-10 dopo due difese pazzesche di Colaci su Ngapeth). Il set è caratterizzato anche dalle enormi prestazioni al servizio del Kaiser (3 ace e zero errori) e di Vettori (anch’egli tre ace e dieci battute fatte). Proprio con l’opposto della nazionale italiana al servizio Modena prima piazza il parziale di 4-0 per il 13-12 e poi scava il solco definitivo che la porta a vincere il terzo set 25-21.
A questo punto la del match si sposta tutta dalla parte dei padroni di casa, ma il quarto set è il più equilibrato e avvincente di tutti. Djuric (19 punti) continua a picchiare come un fabbro da posto 2, Modena risponde colpo su colpo. Entra il giovane palleggiatore Giannelli per Trento (già decisivo in gara-1) e subito si fa notare, mettendo a segno praticamente tre punti di fila. Il giocatore classe 1996 prima libera l’opposto con un’alzata a una mano deliziosa, poi si mette in proprio e fa punto di seconda intenzione e a muro su Ngapeth, per il 19 pari. Lanza firma il sorpasso sul 20-19 col mani fuori, ma Ngapeth con due punti in fila riporta Modena avanti. Al termine di uno scambio assurdo e fuori da ogni schema, Petric salta da posto 6 e di seconda intenzione porta Trento sul 23-22.
Sale quindi in cattedra Ngapeth, con l’ace del 24-22. Ma il francese, croce e delizia del pubblico modenese (24 punti a referto) sbaglia battuta e attacco (24-24), con il video check che fa tornare i fantasmi di gara-1 in terra emiliana. Ma ci pensa Petric con due attacchi in fila a porre la parola fine su questa splendida gara-2 e a riportare la serie in parità. Domenica ore 12 a Trento gara-3 (ricordiamo che la serie si gioca al meglio delle 5 partite).

Leggi anche:  VNL 2021: classifica , tutti i risultati e prossimi impegni della Nazionale pallavolo femminile

Parmareggio Modena 3 – 1 Energy T.I. Diatec Trentino (19-25, 25-23, 25-21, 26-24) Serie 1-1.

  •   
  •  
  •  
  •