Finale di World League 2015

Pubblicato il autore: Arianna Salpietro Segui

franceplayerscelebrateapoint

Oggi a Rio si sono disputate le finali della 26esima edizione di World League senza l’Italia di Berruto che si è guadagnato comunque un buon quinto posto insieme al Brasile che ospita le gare. Hanno giocato alle ore 14.00 la squadra a stelle e strisce contro i campioni del mondo in carica della Polonia adesso al quarto posto in classifica subito dopo la sua sfidante.

Gli USA scendono due gradini, ma restano sul podio al terzo posto battendo la Polonia in soli tre set 3-0  (25-22, 25-23, 25-23), partita segnata probabilmente da Kurek non al massimo della sua forma, sostituito infatti da Konarski. Ma cambia poco la storia:

Nel primo set gli USA sono spediti arrivando al primo time-out tecnico doppiando gli avversari (8-4) fino ad aumentare il proprio vantaggio a +7 sul 18-11 e dopo sul 20-13. La Polonia sembra in continuo ritardo anche se sul 22-15 cercano di recuperare, sono più gli errori per errori degli avversari che probabilmente si stavano cullando sugli allori. Ma la squadra americana con David Lee ha chiuso il primo parziale a 25-22.

Nel secondo set  gli americani sono sempre avanti (16-12), ma con tanta forza di volontà i campioni si riportano a meno uno (17-16) però dopo il time-out gli Usa non mollano e non lasciano respirare gli avversari, senza sosta arrivano alla setball (24-19). Ma ecco che cambia il gioco, la Polonia annulla quattro palle set ma Mika, che aveva appena messo giù un ace, sbaglia il servizio successivo. Gli USA portano così a casa anche il secondo parziale a 25-23.

Nel terzo set è la Polonia ad essere in vantaggio  e rientrati dal time-out tecnico si porta a +5 (17-22) nella convinzione di arrivare al quarto set. Invece gli Usa, non convinti da questa ipotesi arrivano alla parità (23-23) chiudendo poi il set a 25-23 spazzando via le speranze della Polonia.

usa

Alle 18.00 entrano nel campo del Maracanazinho la Serbia contro la Francia, che per la prima volta in World League salgono sul gradino più alto. Fino ad oggi avevano conquistato l’argento nel 2006 a Mosca contro il Brasile ma quast’anno hanno deciso che non bastava. Vittoria firmata da Earvin Ngapeth non solo ha vinto con la sua squadra ma ha anche riportato a casa i premi individuali come miglior schiacciatore, insieme al collega Michal Kubian, e MVP riscuotendo 30.000$.

Earvin Ngapeth pieno di energia e positività ha trascinato con sé la sua squadra sino alla vittoria tra la felicità dei suoi compagni e del mister Laurent Tillie.

Nel primo set la Francia aveva il gioco in mano arrivando sul +5 (16-11) contro una Serbia che ha provato a dimuniure i punti di stacco guadagnando al massimo un punto, ma l’MVP Ngapeth ha chiuso il parziale a 25-19.

Il secondo set, sembra più equilibrato e a ritmi più contenuti con la Francia in vantaggio di un solo punto al primo time-out tecnico, e due al secondo (16-14). La Serbia, di suo, non riesce a pareggiare e i francesi ne approfittano per chiudere anche il secondo parziale a 25-21 con Okolic che sbaglia il servizio.

Il terzo set trasuda di emozioni, la Serbia cerca riscatto e non vuole dare agli avversari la possibilità della vittoria  ma arrivano al secondo time-out tecnico  sotto di due (16-14). I serbi non mollano e pareggiano sul 17-17, ma la Francia è di nuovo scappata via con tre punti consecutivi (20-17). Nonostante il nuovo pareggio serbo (23-23), la Francia conquista la sua prima World League chiudendo l’ultimo set a 25-23 e battendo in finale la Serbia per 3-0.

I transalpini chiudono così la World League 2015 con 17 vittorie e una sola sconfitta, quella contro gli USA per 3-1 nell’ultima giornata del girone di qualificazione, che però ha garantito le semifinali, portando a casa l’oro meritato.

Nel frattempo le ragazze in maglia azzurra di Mr. Bonitta giocheranno il 22 luglio in notturna, a mezzanotte Italia- Russia per il Grand Prix di Omaha.

 

 

  •   
  •  
  •  
  •