World Grand Prix Volley 2015 – l’Italia in Giappone

Pubblicato il autore: Arianna Salpietro Segui

182494a

Ad Ankara l’Italia in rosa conquista il secondo successo del primo weekend di questo Grand Prix stracciando 0-3 le padrone di casa della Turchia. Le azzurre dopo aver salutato Ankara con la seconda vittoria in tasca sono volate in Giappone a Saitama, per disputare il secondo weekend del World Grand Prix 2015 di volley femminile, questo venerdì 10 luglio alle 12:10 italiane nel “paese del sol levante”.

L’appuntamento del Girone E è fissato, subito dopo, per sabato 11 contro la Cina e domenica in Repubblica Dominicana, girano il mondo le azzurre di Marco Bonitta, così nel migliore dei modi un fine settimana positivo caratterizzato da due successi. Hanno superato con facile risoluzione il Belgio con un netto 3-0 in una partita unilaterale, conquistando il primo successo, tralasciando la sconfitta del match d’esordio con gli Usa (3-1), campionesse del mondo.

Leggi anche:  Volley Femminile, Bartoccini-Fortinfissi Perugia: troppi errori a servizio regalano a Vallefoglia il punteggio pieno

Nel frattempo a Bangkok, la Serbia nonostante avesse messo alle strette il Giappone, la squadra di casa riesce a salvarsi e conquista 3 punti grazie alle grandi protagoniste Koga e Nagaoka nel terzo parziale.  Da non sottovalutare questo secondo fine settimana all’Insegna dell’Oriente. Sono dodici le squadre partecipanti che si affrontano in questo World Grand Prix 2015 nell’arco di tre weekend ed ogni squadra disputerà nove incontri che determineranno la classifica generale, stilata seguendo nell’ordine di partite vinte, punti (3 per la vittoria piena, 2 per la vittoria al tie break, 1 per la sconfitta al quinto set), quoziente set, quoziente punti. Le cinque migliori squadre con l’obiettivo di raggiungere le Final Six che si disputeranno nella “terre della speranze”, più precisamente a Ohama, dal 22 al 26 luglio.

Gli Usa ovviamente sono già qualificati in quanto Paese organizzatore. L’ultimo weekend,dal 16 al 18 luglio, vedrà le azzurre impegnate a giocare in casa, al PalaCatania a Catania, contro Brasile, Russia e di nuovo il Belgio, quest’ultima sarà l’unica avversaria che l’Italia affronterà due volte. Finora la classifica di questo World Grand Prix 2015 di volley femminile vede Stati Uniti, Cina, Brasile con 3 vittorie;Italia, Russia e Giappone con 2 vittorie, Thailandia, Germania, Belgio con una vittoria. Restano a mani  vuote invece la  Repubblica Dominicana, Serbia e Turchia.

Leggi anche:  Volley Femminile, Bartoccini-Fortinfissi Perugia: troppi errori a servizio regalano a Vallefoglia il punteggio pieno

Intanto per quanto riguarda la nazionale maschile nella final six di World League, l’Italia di Berruto si trova già a Rio de Janeiro, partita subito dopo aver disputato gli ultimi due match della fase intercontinentale con il Brasile (uno perso, l’altro vinto). Intanto la nazionale azzurra cerca di recuperare il martello del Trentino Filippo Lanza dalla sua distorsione alla caviglia mentre Emanuele Birarelli è già tornato ad allenarsi con i compagni.

Gli azzurri dovranno affrontare, nel girone a tre in programma al Maracanãzinho il 15 luglio la  Serbia e i campioni del mondo in carica il 16 luglio Polonia(alle ore 21.00 italiane). Una curiosità riguarda la Russia. I campioni olimpici sono stati retrocessi nel gruppo due nonostante la vittoria nell’ultima sfida servita a poco.

img

Mauro Berrutola Serbia la conosciamo perfettamente, con loro sarà difficile come lo è stato ogni volta che l’abbiamo affrontata e non è un caso che in questa World League abbiamo giocato due tie-break in quattro match. La Polonia invece è da un po’ che non l’affrontiamo, l’ultima volta l’ abbiamo fatto prima del loro titolo iridato, inutile dire che arriveranno qui per vincere”.

Leggi anche:  Volley Femminile, Bartoccini-Fortinfissi Perugia: troppi errori a servizio regalano a Vallefoglia il punteggio pieno

Tutte le  partite si potranno seguire in diretta RaiSport 1, e quindi anche in streaming sul sito ufficiale di RaiSport https://www.raisport.rai.it/.

  •   
  •  
  •  
  •