Il nuovo CT azzurro – Chicco Blengini adesso è primo

Pubblicato il autore: Arianna Salpietro Segui

3187-5917-G

Il Consiglio Federale della Fipav che si è riunito a Cervia ha scelto oggi Gianlorenzo Blengini come successore di Mauro Berruto sulla panchina della Nazionale. L’ex allenatore di Latina è il nuovo CT della Nazionale azzurra in carica fino alla fine dell’Europeo che si chiude a Varna il 18 ottobre.

Carlo Magri ha proposto Chicco Blengini come unica soluzione possibile per evitare ulteriori traumi e strade sconosciute, nonostante questa scelta crei ulteriori critiche contro la Federazione, da sempre dichiarata contraria al doppio incarico. Questo perché è necessario che tutta la concentrazione e l’impegno sia rivolto esclusivamente al lavoro azzurro.

In attesa di comunicati stampa ufficiali resta comunque questo dubbio del doppio incarico, poiché Blengini in questa stagione sarà impegnato a rivestire il ruolo di tecnico della Lube Banca Marche Macerata.  La Lube al corrente del suo incarico biennale come vice ct della Nazionale, in cui sono ovviamente minori e diversi gli impegni, ora si oppone alla scelta di Magri. Ma rispondendo al grido di “aiutiamo l’Italia” accettano il primo posto del tecnico biancorosso. Ad ogni modo non è del tutto esclusa la possibilità che scelga di cessare il rapporto con la Lube e affidare la squadra ad un altro allenatore. Quindi sorge spontanea la domanda, Chicco Blengini lascerà la Lube o Magri cambierà idea sul doppio incarico?

Leggi anche:  Champions League e Cev Cup pallavolo femminile, volano Conegliano e Monza

Nonostante Blengini non abbia ancora esperienza a livello internazionale, il suo lavoro inizierà da lunedì al via del collegiale degli azzurri a Cavalese.  La speranza azzurra è nelle mani di Blengini, a cui è affidato il compito di guidare l’Italia nell’importante appuntamento della World Cup (8-23 settembre), torneo che mette in palio due posti per l’Olimpiade di Rio 2016, e nel Campionato Europeo in programma in Italia e Bulgaria (9-18 ottobre).

È importante parlare dei cambiamenti che il nuovo volto dell’Italia possa realizzare, in primis torneranno in squadra gli atleti “cacciati” da Berruto a Rio, nonostante il suo vice fosse concorde con la decisione o resteranno a casa e ci saranno nuovi convocati?
Potrebbero quindi restare fuori tutti e quattro gli espulsi o si vocifera che potrebbe essere richiamato solo Ivan Zaytsev nel ruolo di opposto. Ad ogni modo è necessaria la convocazione di un terzo palleggiatore, e con Chicco Blengini al comando la scelta è possibile che cada su Daniele Sottile, capitano del Latina per cinque stagioni. Mentre la World Cup si avvicina, aspettiamo ulteriori dettagli azzurri, di cui Magri vuole discutere con neoeletto ct prima di dare comunicazioni definitive.

  •   
  •  
  •  
  •