L’italvolley sogna: 3-0 alla Russia. Sabato semifinale con la Slovenia

Pubblicato il autore: Ciro Iavazzo Segui

voll

E’ una vittoria straordinaria quella ottenuta ieri dalla nazionale maschile di pallavolo ai quarti di finale degli europei. Russia umiliata da un netto 3-0 (25-20 25-19 25-19) in una partita perfetta, giocata senza timori, contro una squadra campione olimpica ed europea in carica, ma soprattutto 2° nel ranking mondiale. Una semifinale ampiamente meritata, dopo essere stata la prima selezione azzurra a staccare il pass per Rio 2016 (prorpio contro la Russia). Sabato, all’Arena Armeec di Sofia, incontreremo la Slovenia, la squadra allenata da Andrea Giani e 39° nel ranking. Il ct Gianlorenzo Blengini applaude i suoi ragazzi: “Abbiamo giocato con grandissima intensità e sono soddisfatto di aver conquistato le semifinali. Ho chiesto di aggiungere qualcosa di straordinario in difesa, sapevo che c’era bisogno di questo. Sul 2-0 non ho pensato a quello che era successo con la Francia, io resto sempre concentrato sugli aspetti tecnici. Nei time out quando siamo avanti cerco di sottolineare i dettagli, non ho tempo di pensare a fatti precedentemente accaduti”. Nella serata perfetta è tornata a brillare anche la stella dello zar Ivan Zaytsev che, dopo le ultime partite sottotono aveva fatto storcere il naso a qualcuno: “E’ stata la serata perfetta sia per il gioco che per il pubblico e per il risultato” afferma lo schiacciatore italiano “Credo che non dimenticherò mai l’affetto dei tifosi e la gioia che vedevo negli occhi dei miei compagni. Il pubblico ci ha dato la carica decisiva per battere in questo modo una Russia che forse non pensava di trovare una squadra così concreta di fronte, siamo stati bravi a difendere. E’ stata quella la chiave della gara. Vincere contro di loro poi mi ha fatto un certo effetto perché sono campioni olimpici ed europei in carica, e batterli due volte in tre settimane vale tanto”. Gran parte del merito Zaytsev lo attribuisce al gruppo “E’ stata una vittoria di squadra. la nostra forza è avere un’unità di squadra particolare che funziona bene, e stiamo ancora cercando di capire il nostro vero valore, poi quando vai in campo e fai una prestazione del genere godi il doppio. Sono contento a dare qualcosa di mio perché in questo Europeo finora non ero stato mai veramente al top. Lo avevo iniziato un po’ in sordina, contro la Russia sono e siamo venuti fuori”. Se la chiave della vittoria è stata una difesa perfetta, la chiave della difesa è stata la prestazione straordinaria di Osmany Juantorena“Prima di uscire dallo spogliatoio il mister ha detto che se avessi difeso bene, l’Italia avrebbe vinto. E allora mi sono impegnato molto. Siamo stati tutti bravi. Questa Russia è più forte di quella che abbiamo battuto in Giappone e questo vuol dire che la squadra c’è, ma prima di giocare non avrei mai pensato che avremmo ottenuto una vittoria del genere. Bravi a crederci”. Nelle altre partite dei quarti di finale di questa 29° edizione degli europei di volley, che si stanno disputando fra la Bulgaria (Sofia e Varna) e l’Italia (Torino e Busto Arsizio), la Slovenia, nostra prossima avversaria ha incredibilmente eliminato, 3-2 al tie-break (16-14), la favorita Polonia. La Francia, in grandissima forma, ha battuto 3-1 la Serbia e ottenuto la terza vittoria consecutiva nella manifestazione. Incontrerà sabato la Bulgaria, che ha spazzato via la Germania con un sonoro 3-0. Domenica 18 ottobre andranno in scena entrambe le finali (1/2 e 3/4 posto). Tutte le partite dell’europeo saranno visibili solo su Rai Sport 1 che ha l’esclusiva della diretta tv, ma è anche possibile seguirle in streaming sul sito Rai, www.rai.it.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Pallavolo femminile A1, le partite del week end : match clou in zona salvezza