L’Italia fuori dagli Europei di Volley Femminile 2015

Pubblicato il autore: Arianna Salpietro Segui

A Rotterdam, l’Italia conclude l’Europeo ai Quarti di finale nel match che vede come avversaria la Russia, si è tenuta stretta il posto conquistato nel 2013 contro la Serbia. Adesso  si scontrerà contro la temibile e noi sappiamo quanto, Olanda, un’altro gigante in questi Europei femminili 2015.

Finisce 3-1 (30-28 20-25 25-23 25-20) lo scontro Russia – Italia che in campo ci mette tutto il cuore, ma non è sufficiente, manca la continuità e la concentrazione azzurra mentre la Russia attacca e difende bene proprio nel momento giusto, volando così in semifinale.

Nel primo set l’Italia parte con la carica giusta, brava a mettere sotto pressione le avversarie con un servizio efficacie.  Con la solita Diouf col braccio pesante, l’appoggio di Chirichella, di Guiggi e Lucia Bosetti l’Italia scappa  sul +5 (16-11) ma in un instante cambiano le carte in tavola e le russe rientrano in partita con due muri e un ace di Kseniia Ilchenko e Kosheleva, che firma il punto del vantaggio (16-17). Un parziale incerto e interminabile ma la squadra del CT Bonitta ha già dimostrato di potersela cavare, ci  pensa Lucia Bosetti a segnare a muro il 22-20.  La sorella Caterina Bosetti sbaglia il servizio, ma il muro della Diouf regala il contro break russo che Irina Zaryazhko a muro su Chirichella 22-24. Chirichella si riscatta al servizio ed è 24 pari. Mentre la Russia conquista 6 set ball, l’italia solo uno ma non vuole mollare.

Leggi anche:  Pallavolo femminile A1, risultati 11.a di ritorno e classifica: si infiamma la lotta salvezza

È la Russia a conquistare il primo parziale dopo 42′ di gioco con Fetisova e Kosheleva che chiudono a 30-28 contro un’Italia che ha perso la sua chance di chiudere il parziale.

Nel secondo set Bonitta ha ben inserito Del Core per Caterina Bosetti col capitano azzurro che risponde bene. Le azzurre non vogliono far scappare le avversarie e dominano tutto il secondo set volando sempre in vantaggio sino al 18 pari.  Set perfetto,  anche i sei muri azzurri, tre personali di Guiggi che con Del Core e Chirichella dichiarano apertamente conquistato il secondo parziale (22-15) che segna il primo punto italiano e il pareggio con le avversarie, nonostante l’unico mancamento che aveva riportato la Russia a -4 sul 24-20 il punto deciso è stato firmato da Diouf. Per l’Italia non è una sfida impossibile…

Leggi anche:  Allianz Powervolley Milano - Kioene Padova 3 - 1

Nel terzo set le avversarie spinte dall’entusiasmo della vittoria precedente partono meglio e approfittandosi della distrazione azzurra doppiano il punteggio (5-10) con Fetisova pesante al servizio.  L’Italia si sveglia e torna in vantaggio con Lucia Bosetti che prende in mano la situazione e segna tre punti portando la sua squadra al 16-15. Con Guiggi a muro la palla avversaria non passa e Del Core prende sicurezza mettendo giù  tre punti pesanti allungandosi fino al 23-22. L’Out di Del Core segna il pareggio, aggiunto al muro di Zaryazhko su Chirichella e un ace su De Gennaro che valgono il 23-25 si chiude il parziale che si dava per scontato fra le mani italiane.

Il quarto set parte male con l’Italia in svantaggio (1-4)  ma Bonitta cambia schema e chiama il doppio cambio con Malinov e Diouf per Lo Bianco-Centoni, con la giovane regista sbaglia la battuta, in una situazione di tensione e senza essersi ben riscaldata. Così la Russia prende quota sul 14-18 e vola via, nonostante l’opposta toscana, Centoni, l’unica coerente in campo, cerca di tenere in gioco la partita fino al 20-21. Tra l’equilibrio azzurro la Kosheleva trova il punto del 20-23 con la Russia che si prende il set con 20-25 e il posto in semifinale.

Leggi anche:  Allianz Powervolley Milano - Kioene Padova 3 - 1

Hanno lottato le ragazze di Bonitta ma sfuma il sogno italiano che deve dire addio all’avventura continentale.

 

  •   
  •  
  •  
  •