A1, per Gulinelli Molfetta deve dimenticare Modena

Pubblicato il autore: Livio Addabbo Segui

Molfetta GulinelliDopo il punto storico ottenuto nel  3-2 di Modena, per Gulinelli Molfetta deve azzerare tutto. Per il coach dell’Exprivia, che ha parlato alla vigilia dell’incontro con Ravenna di domani sera, i suoi uomini devono essere bravi a voltar pagina, a chiudere la parentesi dei primi complimenti per approcciarsi a un nuovo impegno.

Alle 20.30 domani arriva al PalaPoli la CMC Romagna, un match che si preannuncia equilibrato: se è vero che Molfetta ha ottenuto un punto di prestigio a Modena, Ravenna ha fatto altrettanto contro Civitanova.

«Ravenna – sono le parole di Flavio Gulinelli – ha dimostrato di essere una squadra che, se la si lascia giocare, si prende tutto quello che le spetta e anche di più. Solo un super Juantorena è riuscito a domarli. Per noi sarà difficile, non dobbiamo pensare di aver fatto tutto il nostro con il punto a Modena. Dobbiamo fare una buona partita in casa, davanti ai tifosi molfettesi».
A Molfetta tornerà un ex molto amato dai supporter biancorossi, quel Maurice Torres che, da gennaio in poi, ha regalato punti e soddisfazioni ogni domenica. In diagonale al portoricano agirà presumibilmente il palleggiatore Cavanna. Schiacciatori saranno Van Garderen e Koumentakis, al centro ci saranno Mengozzi e Ricci. Bari sarà il libero.
«La partita di Modena – conclude Gulinelli – dimostra che se giochiamo come sappiamo, possiamo essere al livello di tante squadre. Abbiamo ottenuto un buon risultato, frutto di una buona partita. Con un pizzico di attenzione in più e di nervosismo in meno, soprattutto nel quinto set, potevamo fare anche di più. Voltando pagina, ci aspetterà l’esordio casalingo, e questo ci darà molte motivazioni in più».

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Pallavolo femminile A1, Monza fa la voce grossa e frena la corsa di Novara