Champions League Volley: Modena e Trento buona la prima

Pubblicato il autore: Antonio Orlando Segui

223752_noliko-trentino-11

Trento – Maseeik 3 – 0. Un match d’apertura senza storia da parte degli attuali Campioni d’Italia che sorpassano a occhi chiusi la squadra dell’italiano Giovanni Torchio. Risaliva a un anno e mezzo fa l’ultima partecipazione a una competizione europea da parte della squadra di Stoytchev che quest’anno ha appunto garantito la settima partecipazione in Champions League al Trentino Diatec. Il match (25-18, 25-19, 25-21) ha ben poco da dire se non sottolineare la supremazia della squadra di casa che proprio grazie al sostegno del PalaTrento è riuscita a piegare i belgi. Scelte forzate per Stoytchev che schiera Giannelli regista, Djuric opposto, Antonov e Lanza in avanti, Van de Voorde e Solè al centro e Colaci libero. Ma non si fanno rimpiangere le assenze perché Colaci e Djuric sono in serata di grazia. Il primo, infatti, corona la sua serata con il 75% in ricezione e difesa, il secondo mette a segno 13 punti personali meritandosi il titolo di “man of the match”. Ottima anche la prestazione di Giannelli che non si concede distrazioni in regia e da sicurezza ai suoi. I primi due set sono dominati da Trento, soprattutto grazie all’attacco e al muro che ottiene ben 9 vincenti. L’ultimo set risulta essere il più equilibrato con gli ospiti che provano a tener testa agli avversari. Equilibrio che, però, dura solo fino al 5-5 perchè gli uomini di Stoytchev strappano ben 5 punti consecutivi portandosi sul 10-5. Il time out degli ospiti serve per accorciare solo parzialmente le distanze fin quando Lanza e compagni prendono il largo portando a casa anche il terzo set.

Leggi anche:  Olimpiadi pallavolo maschile, Polonia troppo forte per l'Italia che va ko senza Giannelli

Nessun problema nemmeno per la DHL Modena Volley che dopo ben 12 anni di assenza dai campi europei torna a calpestare un palcoscenico importante e lo fa con un secco 3 – 0 sui padroni di casa, il Ljubljana. Match che rispetta i pronostici della vigilia ma che risulta essere più equilibrato di quello svoltosi al PalaTrento. Lo dimostra un avvincente primo set terminato 27 a 25 per gli ospiti. Set molto sudato dal Modena che non ha mai perso di vista il gioco, ma si è concessa qualche distrazione di troppo. Da evidenziare i 4 set ball persi dal Modena che da 20-24 si è fatta rimontare 24-24 per poi ritornare in vantaggio grazie al muro di Vettori. Da qui la strada è in discesa per il Modena che affronta il secondo e il terzo set senza commettere grosse ingenuità. Qualche errore di troppo non manca mai, ma entrambi i set scivolano via sottolineando la supremazia di Modena che chiude entrambe le volte con il risultato di 17-25. Il monologo modenese non si ferma più anche nell’ultimo set, praticamente mai a rischio per i gialloblù. Niente da fare per gli avversari che accennano un timido tentativo di riequilibrare il match ma Bruno, in splendida forma, glielo impedisce. Il regista gialloblù, ispiratissimo, è il migliore dei suoi. Da sottolineare un suo punto in bagher che coglie alla sprovvista i padroni di casa. Un’altra nota positiva del match è il muro vincente da parte degli ospiti che garantisce il maggior numero di punti portati a casa.   Finisce (25-17, 17-25, 17-25). Buona la prima per Trento e Modena.

  •   
  •  
  •  
  •