Trentino con carattere e determinazione supera Maaseik in tre set

Pubblicato il autore: Roberto Minichiello Segui

Trentino Diatec
Non poteva iniziare nel migliore dei modi il cammino in CEV Champions League del Trentino Volley con una bella vittoria contro i belgi del Noliko Maaseik. Un netto 3-0 per i Campioni di Italia che hanno aperto il Pool C in un match che alla vigilia appariva tutto altro che semplice. Il Trentino ha travolto gli avversari con un bellissimo 3-0, arrivato dopo una prestazione molto accorta fra muro ed attacco e positiva anche in seconda linea.
Il segnale lanciato dalla squadra di Stoytchev alle avversarie del girone invece è stato forte e chiaro e simile a quello già offerto in SuperLega: nonostante le assenze, i problemi relativi ad un gioco ancora poco rodato e la scarsa possibilità di allenarsi, i gialloblù sanno infatti trovare ugualmente il bandolo della matassa e lottare coi denti, contando sul solito immenso carattere e su di una rosa giovane che le alternative se le è costruite in casa.
Protagonisti della vittoria in tre set anche Giannelli (molto ispirato in regia), un Van de Voorde evidentemente pungolato dal confronto con la squadra in cui è cresciuto (71% in primo tempo e a segno con 2 muri) e soprattutto un esplosivo Djuric, che stasera ha messo da parte i problemi fisici, realizzando 13 punti personali (best scorer del match) e piazzando anche due block: mvp della gara. Trentino Volley si conferma sempre vincente all’esordio in CEV Champions League (splendido 7 su 7) e ora guarda con fiducia al primo big match di SuperLega, in programma già domenica a Perugia.

LA CRONACA DELLA GARA DI TRENTINO DIATEC – NOLIKO MAASEIK. Per il primo impegno europeo della stagione Stoytchev ha poche possibilità di scelta e manda quindi in campo Giannelli in regia, Djuric opposto, Antonov e Lanza in banda, Van de Voorde e Solé al centro, Colaci libero; lo starting six di Giovanni Torchio, tecnico del Maaseik, prevede invece Finoli al palleggio in diagonale a Pereyra, Wijsmans e Maan in posto 4, Bontje e Raymaekers in posto 3, Jona libero. L’avvio dei Campioni d’ Italia è efficace soprattutto a muro: due punti in questo fondamentale, ottenuti da Lanza e Solé su Maan e Raymaekers, offrono infatti il primo strappo sul 7-5. Il cambiopalla dei padroni di casa funziona bene, perché Giannelli distribuisce equamente i compiti in attacco: così Trento tiene il mini break (10-8, 14-12) fino a metà del parziale prima di aumentare l’andatura (15-12, altro muro di Pippo su Pereyra e poi addirittura 19-13 sfruttando gli errori degli avversari) in maniera decisiva. I time out di Torchio non sortiscono effetti desiderati; la Trentino Diatec amministra bene il vantaggio (22-16) e chiude in scioltezza sul 25-18.
Il secondo set ricalca perfettamente il copione scritto da Trento nell’ultima parte del primo parziale: i gialloblù sono scatenati in fase di break grazie ad un Van de Voorde attentissimo a muro e quindi la fuga viene messa in atto ancora prima del time out tecnico va in porto (5-1, 9-3, 10-5). Djuric ha il braccio caldo ed esalta le difese di Colaci per il delirio del PalaTrento (16-9). Torchio, che aveva già sostituito l’inefficace Pereyra con Padar, non trova risposte particolari: la Trentino Diatec non corre grossi rischi (18-11). Si va verso il 2-0 (che arriva sul 25-19) con Lanza il bella evidenza.
Decisamente più equilibrato il terzo periodo, con il Noliko che tiene il ritmo degli avversari sino al 5-5 approfittando anche di qualche sbavatura dei tricolori. Il time out di Stoytchev chiarisce le idee ai padroni di casa, che piazzano un parziale di 5-0 (10-5, tempo richiesto da Torchio) ispirati da Giannelli in regia. Maaseik prova a rientrare in partita con Wijsmans (13-10), ma è solo un attimo di appannamento perché poi la squadra di Stoytchev riparte (16-11, e 19-15), sfrutta l’errore di Padar per mettersi definitivamente in sicurezza (22-18) e incamera tre punti pesantissimi: 25-21 e 3-0.

Sono contento soprattutto per il risultato ma anche per il gioco mostrato – ha dichiarato Radostin Stoytchev in mixed zone al termine della sfida – . Dobbiamo lavorare ancora molto ma credo che questa partita abbia già mostrato qualcosa sotto quest’ultimo aspetto; abbiamo una nostra impronta precisa che ora dobbiamo valorizzare nelle prossime settimane di allenamenti. E’ stata un’ottima prova di gruppo ma anche qualche singolo giocatore ha saputo mettersi in luce; Djuric e Van de Voorde, ad esempio, stanno migliorando sotto tutti i punti di vista ma sono ancora lontani dalla loro forma migliore. Al di là del risultato, in ogni caso, quello che pretendo è che ci sia lucidità sino alla fine“.
Fra tredici giorni i gialloblù del Trentino Diatec Volley saranno di scena in Grecia per la seconda sfida del girone contro il Paok Salonicco.

TABELLINO

Trentino Diatec-Noliko Maaseik 3-0
(25-18, 25-19, 25-21)
TRENTINO DIATEC: Lanza 10, Solé 8, Djuric 13, Antonov 8, Van de Voorde 7, Giannelli 3, Colaci (L); De Angelis. N.e. Nelli, Mazzone T., Bratoev, Mazzone D.. All. Radostin Stoytchev.
NOLIKO MAASEIK: Maan 10, Bontje 6, Pereyra 6, Wijsmans 10, Raymaekers 7, Finoli, Jona (L); Pinheiro, Padar 2. N.e. Dumont, Broshog, Staples. All. Giovanni Torchio.
ARBITRI:
Zenovich di Rostov sul Don (Russia) e Altiparmak di Izmir (Turchia)
DURATA SET:  27’, 25’, 27’; tot  1h e 19’.
NOTE:  2.348 spettatori. Trentino Diatec: 9 muri, 1 ace, 12 errori in battuta, 3 errori azione, 55% in attacco, 55% (73%) in ricezione. Noliko Maaseik: 4 muri, 6 ace, 11 errori in battuta, 12 errori azione, 38% in attacco, 44% (16%) in ricezione. Mvp Djuric.

  •   
  •  
  •  
  •