Molfetta Civitanova, Randazzo suona la carica

Pubblicato il autore: Livio Addabbo

Molfetta RandazzoPer Molfetta Civitanova vale un po’ quanto successo prima di Trento. Quella contro la Lube è una partita che riporta in mente grandi ricordi e indimenticabili emozioni. Era dicembre,non era la sera di San Nicola ma quella di Santo Stefano, che funge un po’ da ponte tra le feste di Natale e quelle di fine anno. Si vinse 3-2, in quella che fu la prima, grande vittoria dell’Exprivia contro un top team. Poi, appunto, arrivò Trento. Ma la prima volta, come si suol dire, non si scorda mai.

Tra i protagonisti di quella vittoria non c’era Luigi Randazzo, che però, ciò che più conta ora, è stato tra i protagonisti di questo inizio stagione. Lo schiacciatore siciliano si sta rivelando prezioso nello scacchiere molfettese, con i suoi colpi e la sua grinta. Per lui, peraltro, non sarà una partita come le altre, visto che a Macerata (ora Civitanova) è cresciuto pallavolisticamente. «Ci aspetta un match durissimo – afferma – a conclusione di un trittico di partite molto difficili: la prima contro Trento, la seconda a Perugia, ora appunto la Lube. Avremo dalla nostra il pubblico e sappiamo quanto questo sia importante, visto che in casa riusciamo a sviluppare un gioco migliore rispetto a quando giochiamo in trasferta. Al PalaPoli, soprattutto per il calore del nostro pubblico, rendiamo al massimo, e contemporaneamente le squadre avversarie faticano».

Leggi anche:  Mondiali volley femminile, Italia-Portorico: dove vederla in TV e streaming

Randazzo sa bene che la priorità in questo momento è migliorare le performance fuori casa. Contro Monza e Perugia, al di là del risultato, si poteva fare qualcosina in più. Molfetta Civitanova è il clou di un campionato “mozzafiato” che non aiuta. “Si gioca ogni tre giorni – prosegue – e occorre gestire le energie. Noi scendiamo in campo e diamo tutto. Stiamo lavorando, a ogni modo, per crescere anche in trasferta. È uno degli aspetti da migliorare».
La conclusione è sull’impatto che Paolo Montagnani ha avuto sul gruppo. Il nuovo allenatore ha destato subito ottime impressioni a tutto l’ambiente. «Per me non è una novità – conclude – visto che già lo conoscevo. Siamo a sua disposizione, pronti a seguire ciò che ci dirà. Non ha avuto tempo di allenarci prima del match contro Perugia, questa settimana invece stiamo lavorando tantissimo in vista della Lube. Abbiamo un gruppo molto forte e unito, e quindi daremo il massimo come sempre».

  •   
  •  
  •  
  •