Super Hernandez ma a Molfetta Civitanova vince 3-1

Pubblicato il autore: Livio Addabbo

Molfetta Civitanova
A Molfetta Civitanova passa per 3-1 dopo due ore esaltanti. Lube ed Exprivia hanno disputato una grande prestazione. Ha vinto Civitanova, trascinata da uno Juantorena come al solito eccellente, ma anche da Cester e Cebulj, carte che Blengini si è giocato a partita in corso. Per l’Exprivia, un Hernandez stratosferico, quasi sempre imprendibile, con 32 punti e il titolo di Mvp.

L’inizio dell’Exprivia è travolgente. Hernandez è indemoniato, realizza subito 6 punti per il 12-10 molfettese. L’opposto cubano va a segno in tutti i modi, coadiuvato dal connazionale Hierrezuelo, efficace sia al servizio che in attacco. Al rientro dal timeout tecnico, si continua con l’equilibrio. Un punto ciascuno, fino al muro di Hierrezuelo su Parodi, che vale il 16-13 biancorosso e la richiesta di timeout di Blengini. La Lube gioca molto al centro, l’Exprivia risponde bene. Sul 22-19 per i padroni di casa, arrivato per merito di Randazzo, inizia una partita nella partita. La Lube recupera terreno, sfruttando soprattutto qualche errore molfettese. Si va ai vantaggi e le due squadre si alternano nella conduzione del match. Alla fine si impongono gli ospiti per 30-28 dopo un errore di Candellaro.

Leggi anche:  Italia-Olanda, streaming gratis e diretta Rai Sport o Sky? Dove vedere Mondiali volley

Nel secondo set la Lube parte alla grande, spinta da un break di Christenson in battuta (due ace per lo statunitense). Sul 5-1 ospite, dopo il timeout chiamato da Montagnani, cambia però tutto. Hernandez va in battuta e mette in ginocchio la ricezione marchigiana. Con un parziale di 6-0, l’Exprivia va avanti 7-5, sfruttando un Hernandez portentoso e un PalaPoli tarantolato. Sul 14-10 per i padroni di casa Blengini sostituisce Miljkovic con Fei, soprattutto inserisce Cebulj e Cester. Si arriva al 22-22 (muro di Fei su Randazzo) ma qui è ancora Hernandez a far male. Le sue battute, gli attacchi al fulmicotone, il muro di Candellaro su Fei valgono il 25-23 per l’Exprivia.

Il terzo parziale vede la Lube decisa a riscattarsi. Juantorena è praticamente perfetto e qualche errore dei padroni di casa fa il resto. La Lube vola 16-12, migliorando decisamente le percentuali in ricezione, al punto che per Christenson diventa semplice sfruttare la verve dei centrali, soprattutto di Podrascanin. L’ace di Hierrezuelo accorcia le distanze (14-16), ma ancora una volta entrano Cester e Cebulj, che fanno prendere il largo alla Lube. Finisce 25-20 con un errore dei padroni di casa.
Il quarto set è caratterizzato dai continui tentativi della Lube di andare in fuga e dalla bravura dell’Exprivia nel recuperare terreno. Blengini ricomincia con Cester e Cebulj, al posto di Stankovic e Parodi. La Lube va subito avanti 4-1 con Cester e Cebulj, proprio loro, in grande spolvero. Sul 9-4 Montagnani chiama il timeout, e Joao Rafael, Fedrizzi ed Hernandez riportano sotto l’Exprivia. L’ace di Hernandez vale il 16-16. L’equilibrio resta grande sino al 20-20, poi Cebulj chiude la partita. Molfetta Civitanova finisce 3-1 tra gli applausi dei tifosi pugliesi. I molfettesi avranno l’occasione di riscattarsi martedì alle 18 al PalaPoli contro Latina. In palio c’è l’accesso ai quarti di coppa.

Leggi anche:  Mondiali volley femminile, USA-Serbia: dove vederla in TV e streaming

TABELLINO

EXPRIVIA MOLFETTA – CUCINE LUBE BANCA MARCHE CIVITANOVA 1-3 (28-30, 25-23, 20-25, 22-25) – EXPRIVIA MOLFETTA: Candellaro 10, Spadavecchia 1, Randazzo 6, Del Vecchio, De Barros Ferreira 9, Barone 6, De Pandis (L), Hierrezuelo 6, Fedrizzi 3, Hernandez Ramos 32. Non entrati Kaczynski, Mariella, Porcelli. All. Montagnani.

CUCINE LUBE BANCA MARCHE CIVITANOVA: Fei 2, Parodi 2, Juantorena 19, Stankovic 3, Christenson 6, Cester 8, Grebennikov (L), Miljkovic 10, Corvetta, Cebulj 11, Podrascanin 12. Non entrati Gabriele, Vitelli, Kovar. All. Blengini. ARBITRI: Puecher, Rapisarda.

  •   
  •  
  •  
  •