Volley Serie A2-M: vittoria del Club Italia a Brescia

Pubblicato il autore: Jessica C

tofoIl Club Italia chiude il 2015 con una bella vittoria. La squadra di coach Totire ha battuto la Centrale del Latte McDonald’s Brescia per 3-0, ottenendo così la quarta vittoria nella serie A2 UnipolSai.

Un risultato importante per il morale dei ragazzi del Club Italia poichè arrivavano da due sconfitte consecutive in casa. La vittoria di oggi dimostra la grinta della squadra a non arrendersi di fronte alle difficoltà. Nel match di oggi i ragazzi di Totire hanno giocato brillantemente ogni set, senza difficoltà.I tre punti di oggi (13 in graduatoria) sono frutto della tenacia, ma soprattutto di una buona gestione delle fasi cruciali di un match che ha visto Argenta e compagni spuntarla nei finali di primo e terzo set, tra i quali c’è stato un secondo parziale vinto senza particolari problemi.

Leggi anche:  Mondiali volley femminile, Italia-Portorico: dove vederla in TV e streaming

Il coach ha scelto come formazione iniziale  Zoppellari al palleggio, opposto Argenta, come schiacciatori Zonca e Margutti, mentre centrali Galassi e Di Martino, libero Piccinelli.

Il primo set è stato vinto dal Club Italia ai vantaggi con 27 a 25, dopo aver inseguito per lunghi tratti del parziale raggiungendo la parità sul 21-21; nel secondo Argenta e compagni hanno saputo gestire il vantaggio riuscendo a chiudere in proprio favore anche la frazione che li ha portati sul 2-0.
Il terzo set è stato molto concitato fino alla fine tra le due squadre sempre in parità nelle fasi finali. Poi il rush conclusivo che ha premiato i ragazzi del Club Italia.

Ecco le dichiarazioni dopo la partita:

TOTIRE: “Abbiamo giocato bene, abbiamo lavorato proprio sulle ricostruzioni del gioco e i ragazzi, che ci sono stati con la testa proprio nei momenti cruciali, hanno dato delle buone risposte. Questi risultati fanno bene al morale. Siamo contenti”.

GALASSI:
Ci volevano questi tre punti per il nostro morale soprattutto dopo la gara persa contro Siena. Questa sera abbiamo dimostrato cosa sappiamo fare e siamo migliorati man mano che il gioco proseguiva. Ripeto, è un successo che ci voleva”.

  •   
  •  
  •  
  •