Volley, Superlega: riscatto Padova a Milano

Pubblicato il autore: Gennaro Esposito Segui

Volley
La Tonazzo Padova si aggiudica il posticipo della decima giornata di Superlega. La squadra di Baldovin si è imposta su Milano con un 1-3 dopo un primo set segnato dagli errori al servizio (10 per Padova contro i 6 ace e 5 errori di Milano). Protagonista dell’incontro è stato Alexander Berger, mentre rilevanti sono state le prestazioni di Cook e Volpato, entrambi oltre il 60% di attacco.
La Tonazzo Padova schiera Orduna al palleggio, Giannotti opposto, Berger e Cook in banda, Averill e Volpato al centro, Balaso libero. L’avvio di gara è molto equilibrato e ci sono diverse imprecisioni al servizio. Berger è protagonista sia a muro che in attacco nel break che porta al 9-12. Milano spera nei colpi di Skrimov e sul 16-18 Baldovin chiama un time out dopo l’errore in attacco di Giannotti.
Poco a poco i padroni di casa trovano la parità che arriva sul 22-22 con il muro sull’attacco di Cook. I vantaggi sono una lunga sofferenza che prosegue fino al punto decisivo del 38-36 con l’ace vincente di Skrimov.
Padova si rivela molto fallosa al servizio anche in avvio di secondo set: si va al time out tecnico sull’11-12. Milushev spara sulla rete dopo la battuta di Giannotti e costringe coach Monti alla pausa sul 14-16. Cook mette a terra il 18-22 e la Revivre chiede un nuovo break. Il primo set ball arriva sul 20-24 ed il muro di Volpato chiude 21-25.
Milano chiede il time out tecnico nel terzo set grazie all’ace di Marretta. Berger riesce a trovare punti preziosi e Padova ottiene il sorpasso per 18-20. Sul 21-23, Milano mette a segno un doppio muro che riapre i giochi. Il set point arriva sul 25-26, il muro di Volpato porta il punteggio sul 27-29 finale.
Nel quarto set gli ospiti si portano sul 4-6. L’ace di Cook vale il 6-10 e la diagonale vincente dell’opposto della Tonazzo fa segnare il 9-12. Skrimov trova l’ace del 13-15: il primo match ball arriva sul 22-24 e a chiudere ci pensa il servizio out di Russomanno per il 23-25 finale.

Leggi anche:  Itas Trentino - Allianz Powervolley Milano 3 - 0. Il pass per le Final Four è dei trentini

Ecco le parole di Federico Tosi (Milano): “Sapevamo che sarebbe stato molto difficile contro una Padova che gioca molto bene. Noi abbiamo lottato tanto, soprattutto nel primo set dove abbiamo dimostrato che volevamo vincere questa partita. Una vittoria che ci meritiamo perché lavoriamo tanto in palestra, un successo che ci permetterebbe di giocare più tranquilli e aumentare le nostre sicurezze.”

Valerio Baldovin (allenatore Padova): “Nel primo set non abbiamo giocato male, ma abbiamo sbagliato troppo al servizio. Dal secondo in set abbiamo ridotto gli errori, nonostante uno Skrimov in ottima serata. Questa sfida ha dimostrato che il livello del campionato è superiore rispetto allo scorso anno. Ad ogni gara dovremo combattere con tutte le forze per portare a casa qualche punto.”

Leggi anche:  Pallavolo femminile A1, per coach Mazzola fatale la sconfitta a Perugia

Marco Volpato (Padova): “Era una partita importantissima per noi. A tratti abbiamo giocato in modo nervoso, ma questo è anche dovuto alle tante gare di questo periodo. Il primo set? Più cercavamo di non sbagliare e più sbagliavamo. Poi abbiamo liberato la mente e giocato come sappiamo fare.”

Alexander Berger (Padova): “Dopo la brutta prestazione di Monza, noi per primi aspettavamo il riscatto. Nonostante un primo set molto falloso da parte nostra, siamo riusciti a far tesoro dei nostri errori e chiudere a nostro favore una partita che è stata sempre in bilico.”

  •   
  •  
  •  
  •