Castellana Club Italia 1-3, Epifania amara per i pugliesi

Pubblicato il autore: Livio Addabbo Segui

castellana club italiaQuella di Castellana Club Italia è stata una giornata densa di significati, tra la celebrazione dei 20 anni della partnership con la sezione cittadina Admo, il ritorno del figliol prodigo Michele Totire sulla panchina avversaria, la presenza a bordo campo di sei mamme Befane a distribuire palloni.
La prima del nuovo anno al PalaGrotte nella prima giornata di ritorno del campionato nazionale serie A2 Unipolsai di pallavolo maschile, si chiude con una sconfitta per i padroni di casa: Castellana Club Italia finisce 1-3. Fanizza recupera il capitano e presenta la Mater titolare com Pedron in regia, Galaverna opposto, Bonetti e Tartaglione in banda, Alessandro Giosa e Scopelliti al centro, Nero e Nanni Primavera doppio libero. Gli azzurrini del Club Italia allenati dal castellanese Totire in campo con Zoppellari al palleggio, Argenta opposto, Zonca e Margutti schiacciatori, Di Martino e Galassi centrali, Piccinelli libero.

Parte bene il Club Italia soprattutto a muro: 3-7 con Galassi. Riscatto Mater con due di Bonetti (5-8), poi due di Argenta per un altro mini break azzurro: 7-11. Funziona ancora il muro di Totire: 7-14 con due di Di Martino. Il Club Italia difende bene e batte anche meglio: 11-20. Dentro Bulfon per Galaverna, due di Giosa per provare a dare un senso al finale di set: 15-21. Di Martino accende otto set ball (17-24), lui stesso chiude sempre a muro il 19-25.
Parte decisamente meglio la Mater nel secondo set: 5-1 con Tartaglione e l’ace di Galaverna. Ancora Tartaglione per l’11-7, poi torna a funzionare il muro azzurro con Argenta e Zonca (11-10). Nuovo allungo Mater a metà set sempre con Tartaglione e Galaverna: 16-11. Il Club Italia non molla: Argenta e Di Martino per il 16-16. Fanizza cambia la diagonale: ancora Di Martino a muro per il 16-17. Black out gialloblù interrotto dal muro di Bulfon (17-18), ma é solo un’illusione: Argenta per il 17-21. Dentro anche Alessandro Primavera per registrare la ricezione: Pedron a muro per una speranza sul 19-23. Argenta e Galassi chiudono il 19-25.
Castellana punta nell’orgoglio a inizio del terzo parziale: 5-3 con Galaverna. Esce Di Martino infortunato, la Mater passa con più facilità: 10-6. Bonetti trova le mani del muro in block out per il 12-7, ma ancora una volta gli azzurri di Totire trovano la forza di risalire: Galassi prima e Margutti poi per il 14-12. Galaverna, Tartaglione e due a muro di Scopellitti per scacciare le paure di un’altra rimonta: 20-13. Gli errori del Club Italia (tre di fila) fanno il resto per il 25-15.
Mater in crescita, Club Italia in leggero affanno allo start del quarto set: 3-1. Si va avanti a scatti: 11-7 Castellana con il muro di Tartaglione, 11-12 Club Italia con Galassi e il muro del rientrante Di Martino. Altri due muri vincenti del centrale classe 1997, il Club Italia piazza un incredibile break fino all’11-16. Di Martino continua a murare tutti (alla fine saranno 9, record stagionale, pareggiato sé stesso alla sesta giornata), gli azzurri volano sul 12-19. Pedron dalla battuta e Galaverna in diagonale per il 18-21, ma il finale é azzurro al PalaGrotte: due errori gialloblù e la battuta sbagliata di Bonetti chiudono il 19-25.

Leggi anche:  Sir Perugia, fine settimana in Polonia per un quadrangolare di respiro internazionale

Materdominivolley.it Castellana Grotte – Club Italia Roma 1-3

Castellana: Pedron 3, Bonetti 18, Giosa 4, Galaverna 15, Tartaglione 17, Scopelliti 3, Primavera N. (L), Nero (L), Bulfon 1, Latorre, Primavera A. ne Deserio, Ntotila, Gargiulo.
All. Fanizza, II All. Castiglia, scout Pastore

Club Italia: Zoppellari, Margutti 5, Galassi 14, Argenta 14, Zonca 12, Di Martino13, Piccinelli (L), Tofoli, Caneschi, Marta ne Osak, Gaia.
All. Totire, II All. Roscini, assistente Ronsini, scout Pinto

Arbitri: Matteo Talento di Salerno, Enrico Autuori di Salerno

  •   
  •  
  •  
  •