Finale di Coppa Italia centrata, Tonno Callipo vola a Milano

Pubblicato il autore: Manuela Passarella Segui

coppa tonnosiena

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA – EMMA VILLAS SIENA 3-1 (26-24, 25-21, 21-25, 25-19)

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Pinelli 1, Korniienko, Marra (L), Casoli 14, Michalovic 25, Forni 8, Vedovotto 14, Presta 4. Non entrati Ferraro, Maccarone, Corrado, Sardanelli. All. Mastrangelo.

EMMA VILLAS SIENA: Di Marco 6, Majdak 3, Scappaticcio 2, Raffaelli 1, Tamburo 14, Pistolesi, Bortolozzo 7, Braga 5, Snippe 12, Marchisio (L), Noda Blanco 15. Non entrati Fantauzzo, Mengozzi, Granito. All. Caponeri.

ARBITRI: Puletti, Saltalippi.

Obiettivo finale centrato.
La Tonno Callipo Calabria liquida in quattro set l’Emma Villas Siena e si stacca il secondo biglietto disponibile per la Finale della Del Monte Coppa Italia di serie A2.
Una vittoria voluta, cercata e trovata contro la compagine toscana che ha provato ad arginare al massimo Casoli e compagni. Siena è riuscita a strappare ai calabresi solo il terzo set. Ma è l’unico sconto che concedono i padroni di casa che alla fine suonano la vittoria e, sotto le note di We are the champions, il palazzetto esplode di gioia.

Leggi anche:  Sir Safety Conad Perugia, Massimo Colaci: "Bravi a vincere nonostante le difficoltà"

Per il secondo anno consecutivo Tonno Callipo si gioca la finale per scrivere una storia del trofeo tricolore a tinte giallorosse.
Michalovic si conferma top-scorer del match collezionando 25 punti, soltanto lui si mette in tasca un set intero. Seguono Casoli e Vedovotto che se ne dividono 14. Sono loro tre a trascinare la squadra. Forni mette a referto quattro muri. A Mastrangelo bastano e avanzano i suoi campioni per preparare il viaggio di sola andata per Milano.
Mister Mastrangelo schiera Pinelli in regia e Michalovich a chiudere la diagonale; Forni e Presta al centro, Casoli e Vedovotto in posto 4, Marra libero. Coach Caponeri risponde con Scappaticcio, Tamburo, Di Marco, Bortolozzo, Snippe, Noda Blanco e Marchisio libero.

Si parte punto a punto. Ospiti da subito aggressivi si portano in vantaggio, ma Tonno Callipo ha la forza di rimontare e il primo blocco si chiude ai vantaggi, caratterizzati da un duello entusiasmante e chiusi sul 26-24. Nel secondo set il copione è simile, ma nel finale è l’opposto giallorosso a fare la differenza in battuta e dal 21 pari porta i suoi a chiudere il parziale con un ace che vale il 25-21. Il terzo blocco vede un Siena più incisivo, un carattere che gli permette di portare a casa almeno un sete, guidati da un ottimo Tamburo. Conquistano il set con il punteggio di 21-25. Nel quarto, però Tonno Callipo non ne ha per nessuno e in un monologo giallorosso, soprattutto a muro, si mette in tasca una finale che ha il sapore del sogno. Una sconfitta amara, invece per Siena che non riesce a conservare il vantaggio tenuto per la maggiorparte dei primi due set.

Leggi anche:  Superlega, Sir Safety Conad Perugia torna a ruggire: vittoria in quattro set contro Kioene Padova

Entusiasta il presidente della compagine calabrese Pippo Callipo: “La partita di questa sera è stata davvero intensa – ha detto – Siena ci ha fatto tremare un po’, ma alla fine l’abbiamo spuntata. Probabilmente al pubblico è piaciuta molto perché gli spettatori si esaltano di più davanti a questo tipo di gare. Il quarto set, permettetemi di ricordarlo, non ha avuto storia e ora tutti a Milano. Speriamo adesso di prenderci e dare questa soddisfazione e di portare un altro gagliardetto di Coppa Italia a Vibo Valentia e in Calabria”.

Prossimo passo, dunque, è il check-in all’aeroporto per prendere un altro volo. Quello che porterà all’ultimo ostacolo da superare per gli uomini di mister Mastrangelo: lo scoglio Sora. Il 7 febbraio al Forum d’Assago si troveranno di fronte le prime della classe del campionato di Serie A2 in un match che non ammette errori. Chi alzerà la Coppa?

  •   
  •  
  •  
  •