Giovanni Guidetti, l’italiano che vuole portare l’Olanda a Rio

Pubblicato il autore: Pierluigi Persano

guidetti
Al torneo di qualificazione per le Olimpiadi del 2016 non ci sarà soltanto la nostra nazionale di volley femminile da sostenere, ma anche Giovanni Guidetti, allenatore della nazionale femminile olandese, che sogna di staccare il pass per Rio de Janeiro.
Domani alle 13 Guidetti guiderà l’Olanda nel match d’apertura del torneo di Ankara che designerà un’altra squadra europea che parteciperà alla prossima Olimpiade. E di fronte troverà la Germania, squadra che ha già trascinato per due volte alla conquista del secondo posto agli Europei di pallavolo femminile nel 2011 e nel 2013.
In un’intervista alla Gazzetta dello Sport, Guidetti è apparso più determinato che mai: “Con uno dei primi tre posti ipotechiamo il pass per i Giochi di Rio. Perché al di là della squadra vincitrice che volerà direttamente in Brasile, chi si piazza al 2° e 3° posto nel secondo preolimpico di maggio in Giappone, si qualifica“.

Leggi anche:  Mondiali di volley femminile, Italia-Kenya: dove vederla in TV e streaming

“VOGLIO VEDERE BOLT” – Guidetti ha stupito tutti con la sua Olanda agli ultimi Europei, conquistando un sorprendente 2°posto (il terzo consecutivo nel torneo continentale) dopo la finale di Rotterdam persa 3-0 contro la Russia. E ora è chiamato a confermarsi:”Mi sento pronto, e sono sicuro che il gruppo che alleno ai Giochi avrebbe grandi chance per sorprendere. Ho già vissuto un’Olimpiade nel 2000 a Sydney con l’Italia femminile come assistente del c.t. Frigoni. Ricordo che fu un’esperienza affascinante. Ma ora da capo allenatore potrebbe essere diversa“.
E partecipare ai Giochi di Rio potrebbe significare realizzare qualche sogno: “Sarebbe bellissimo andare a vedere correre Bolt. E poi c’è il tennis da tavolo, un altro sport che mi affascina: sarebbe interessante soprattutto vedere i cinesi all’opera“.

“GRUPPO OSTICO” – Se l’Italia se la vedrà nella Pool B contro le campionesse d’Europa in carica della Russia (che ha mancato la qualificazione dopo il ko in finale di Coppa del Mondo contro la Cina), Belgio e Polonia, il team di Guidetti affronterà nella Pool A la Turchia padrona di casa, la Germania e la Croazia.
L’obiettivo è la semifinale, raggiungibile attraverso il piazzamento tra i primi due posti del girone. “Il nostro è un gruppo molto ostico”, confessa Guidetti.
La Germania viene da un Europeo poco esaltante, ma il suo potenziale non si discute: “Non dobbiamo sottovalutarli anche perchè per arrivare a Rio hanno fatto rientrare le migliori, come Fürst“.
La Turchia avrà dalla sua il calore del pubblico di casa, e potrebbe risultare la vera sorpresa di questo torneo secondo Guidetti: “Dobbiamo fare molta attenzione, la Turchia in casa non perde da 10 anni“.
La Croazia sembra l’anello debole del girone, “ma se ancora in corsa, con il ritorno di Yerkov all’ultima giornata può metterci in difficoltà“.

Leggi anche:  Mondiali di volley femminile, Italia-Kenya: dove vederla in TV e streaming

RICONFERMA – Non sarà facile, ma Guidetti è chiamato a ripetere l’impresa di qualche mese fa agli Europei.
Siamo riusciti in un risultato straordinario grazie alla lunga preparazione e alla spinta del nostro pubblico. In questo torneo di cinque giorni non puoi sbagliare una partita perché altrimenti sei fuori“.
Sulla favorita Guidetti non ha dubbi: “La Russia sicuramente è la più forte delle otto partecipanti. Poi dietro c’è grande equilibrio“.

  •   
  •  
  •  
  •