Volley, torna BOVO DAY in memoria di Bovolenta

Pubblicato il autore: Giovanni Cardarello

BOVODAY2016Sarà un giorno dell’Epifania nel nome di Vigor Bovolenta:  mercoledì alle 17.30, al PalaGeorge di Montichiari (Brescia), torna dopo un anno di assenza il “Bovo Day”, quarta edizione della manifestazione organizzata in ricordo dell’ex azzurro stroncato da un malore in campo durante una partita di B2 a Macerata nel marzo 2012.

La manifestazione – organizzata dai Comitati Fipav di Verona, Brescia e Mantova e promossa dalle Leghe di Serie A maschile e femminile e da alcuni amici di Bovolenta – avrà il suo momento clou, sottolinea la Fipav, nella sfida tra la Nazionale azzurra e la squadra All Star “Amici del Bovo”, composta da una selezione di italiani e stranieri. L’evento ha l’obiettivo di sensibilizzare le società sportive sull’importanza del defibrillatore e l’incasso sarà interamente investito nell’acquisto di defibrillatori da destinare alle società di volley o a scuole che ne sono prive.

Leggi anche:  Mondiali volley femminile, Italia-Portorico: dove vederla in TV e streaming

Faranno da cornice anche altri eventi collaterali, tra cui una festa del Minivolley e la sfida tra i Veterans e le ragazze della Metalleghe Sanitars Montichiari di Serie A1 Femminile.

Il Bovo Day è dunque pronto a celebrare la sua quarta edizione dopo quella del 2012 organizzata a Ravenna, quella del 2013 a Piacenza che vide affrontarsi la Nazionale italiana e quella francese e, ultima, quella del 2014 che si tenne a Rovigo dove ‘Gli Amici del Bovo’ giocarono un match di calcio contro la Nazionale Cantanti.

Il match tra Italia e “Amici del Bovo” sara’ trasmesso in diretta dalle 17.25 su Rai Sport 1. Il ct azzurro, Gianlorenzo Blengini, ha convocato 15 atleti, escludendo quelli impegnati in campionati stranieri. Palleggiatori: Giannelli (Diatec Trentino) e Sottile (Top volley Latina). Attaccanti: Vettori (DHL Modena), Nelli (Diatec), Lanza (Diatec), Botto (Gi Group Monza), Juantorena (Cucine Lube Banca Marche Civitanova), Randazzo (Exprivia Molfetta), Antonov (Diatec). Centrali: Birarelli (Sir Safety Conad Perugia), Anzani (Calzedonia Verona), Piano (DHL Modena) e Buti (Sir). Liberi: Colaci (Diatec) e Rossini (DHL).

Leggi anche:  Europei volley maschili u20, dove vedere la finale Italia-Polonia

CHI ERA VIGOR BOVOLENTA (fonte Wikipedia) Vigor Bovolenta ( nato a Contarina (Rovigo) il 30 maggio 1974 – morto in campo a Macerata il 24 marzo 2012) è stato uno dei più grandi pallavolisti italiani della Storia.

Definito il Gigante del Polesine per la sua mole (202 cm di altezza), ha vestito la maglia azzurra negli anni della nazionale di Julio Velasco di cui è stato unanimemente considerato un pilastro infungibile, considerata la più forte squadra italiana di pallavolo di tutti i tempi e soprannominata “generazione di fenomeni” quella dei vari Bernardi, Bracci, Cantagalli, Zorzi, Lucchetta, Giani, Giardini quella dei tre titoli mondiali consecutivi (1990-1994-1998).

Ad un mese dalla sua scomparsa, avvenuta sul campo all’età di 37 anni, verosimilmente per pregresse patologie cardiache, il 24 aprile 2012, è stata organizzata una partita al PalaDeAndré di Ravenna per ricordarlo. L’evento, chiamato Bovo Day, organizzato dalla società pallavolistica del Ravenna ha visto affrontarsi l'”Italia di Berruto” contro “Gli amici di Vigor” Nella sua lunga carriera ha utilizzato solo due numeri di maglia nelle squadre: il numero 10 fino al 1999 e il 16 fino all’ultima partita con Forlì. Dall’anno successivo l’evento è organizzato dalla moglie a Piacenza.

Leggi anche:  Europei volley maschile u20, l'Italia vince l'oro

Il 12 agosto 2012, in occasione della conquista della medaglia di bronzo ai Giochi Olimpici di Londra da parte della Nazionale Italiana di pallavolo, la squadra gli dedica il trofeo, portando sul podio la sua maglia azzurra n° 16.

SCARICA LA LOCANDINA UFFICIALE DELL’EVENTO

  •   
  •  
  •  
  •