Pallavolo femminile, Serie C Sicilia. Natì Canicattì doma il G.S. Caronna Palermo

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui
12063788_460623620806349_8640776641504324651_n (1)Settima vittoria casalinga consecutiva per la Nati Volley Canicattì che nel 13esimo turno del campionato di serie C di pallavolo femminile ha sconfitto con il punteggio di tre set a uno il G.S. Palermo. Per la formazione biancorossa si è trattato di un successo meritato contro uno dei team più forti del girone e che occupava fino a domenica la seconda posizione in classifica. Questi i parziali del match :  25-19, 25-21, 15-25, 25-19. La Natì è stata protagonista di una prova convincente caratterizzata da un avvio di gara veemente che ha costretto le palermitane a cedere il passo nei primi due set. Nel terzo parziale la Natì ha accusato un leggero calo che ha concesso al G.S. Palermo di riaprire il match. Nel quarto set è stata l’esperienza del capitano Francesca Romeo a far ritrovare la giusta concentrazione alla Natì che chiudeva la gara con un parziale di 25 a 19. Con i tre punti conquistati la formazione canicattinese sale al sesto posto in classifica, a + 7 dalla zona play out.
Al Pala “Saetta-Livatino” la Farmacia Caronna è superata in quattro set, al termine di una partita agonisticamente molto valida e combattute . Le palermitane, forti del secondo posto in classifica, hanno pagato probabilmente un approccio al match troppo molle ed il divario tecnico fra le due squadre non si per nulla visto.  Nella formazione biancorossa di casa top scorer è stata Cammarata seguita da Marino. Ottima la prestazione a muro della Natì Volley che ha conquistato ben dieci punti da questo fondamentale.  Per la formazione di coach Tomasella da segnalare anche il ritorno in campo, con sensazioni positive, di Valeria La Mattina che ha sostituito a metà terzo set al cento la Mugnos, e l’esordio in una partita ufficiale della diciassettenne Stefania Guadagnino. La partenza della gara è stata a tinte biancorosse con la formazione di casa che, per nulla intimorita dal valore della squadra ospite, ha conquistato i primi due set lottando con grande grinta e coraggio. Nota di merito per Laura Salomone , stoicamente in campo nonostante una fastidiosa contrattura al collo che l’ha costretta a sottoporsi ad una straordinaria seduta fisioterapica appena pochi minuti prima dell’inizio del match. Nel terzo set c’è stato il ritorno della formazione palermitana che ha sfruttato un leggero calo fisico e mentale della Natì che ha perso malamente il parziale, 25 – 15. Ma chi si attendeva una Natì arrendevole nel quarto set è stato smentito dalla prestazione delle canicattinesi che, trascinate dal capitano Francesca Romeo, hanno chiuso la gara con uno splendido tre a uno, inimmaginabile alla vigilia del match. Tutte le ragazze della formazione di casa sono state autrici di un ottima prestazione.

Leggi anche:  Allianz Powervolley Milano: Cisterna - Milano 0 - 3
 NATì VOLLEY CANICATTì – G.S. FARM. CARONNA 3-1 (25-19, 25-21, 15-25, 25-19)

Le  dichiarazioni di alcune delle protagoniste

Stefania Guadagnino, libero della Natì Volley: “Ho provato una grande emozione ma anche tanta voglia di dimostrare il mio valore. Loro hanno retto bene per tutta la gara, ma noi siamo state brave a portare il risultato a casa grazie a un’ottima prestazione a muro e in difesa”.

Lucio Tomasella, coach della Natì Volley: “Vittoria importante per classifica e morale, conseguita contro una delle grandi del nostro girone. Sarà lo spunto per ripartire a lavorare e provare a fare in trasferta quello che di buono facciamo in casa”.

Francesca Romeo, capitano della Natì Volley: “La cosa ottima di questa partita è che abbiamo ancora una volta dimostrato la determinazione, il carattere e la solidità di questo stupendo gruppo, quello purtroppo ancora ci manca in trasferta. Sono contenta anche per il gioco espresso in fase di ricostruzione”.

Leggi anche:  Superlega Piacenza, ansia per Grozer. Attesa per gli esami
Martina Cammarata, opposto della Natì Volley: “Caronna è una grande squadra, che sa dare il colpo di reni anche nei momenti di difficoltà. Ecco perché questa vittoria vale doppio. Per noi un’ottima prestazione, soprattutto per il morale, dopo la pesanti sconfitte con Altofonte e Ultragel”.
  •   
  •  
  •  
  •