Perugia spazza Padova, nessuna speranza per i veneti

Pubblicato il autore: Manuela Passarella Segui

perugia-padova

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – TONAZZO PADOVA 3-0 (25-22, 25-20, 25-21)

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: Buti 9, Fromm 13, De Cecco 5, Kaliberda 8, Giovi (L), Tzioumakas, Elia 2, Atanasijevic 20, Fanuli, Birarelli 2. Non entrati Holt, Dimitrov, Franceschini. All. Kovac.

TONAZZO PADOVA: Cook 2, Orduna 2, Giannotti 11, Balaso (L), Bassanello, Quiroga 3, Volpato 4, Averill 4, Berger 9, Milan, Diamantini. Non entrati Leoni, Lazzaretto. All. Baldovin. ARBITRI: Braico, Gnani.
NOTE – Spettatori 1827, durata set: 30′, 26′, 27′; tot: 83′.

MVP Christian Fromm (Sir Safety Conad Perugia)

I Block Devils tornano alla vittoria con un secco tre a zero ai danni della Tonazzo Padova.

Una buona Perugia, seppure reduce dalla fatiche di Coppa Italia e sempre con Russell a bordo campo. Per contro Padova si è dimostrata un po’ troppo discontinua in attacco per poter impensierire gli uomini di Kovac.
Bianconeri che al contrario girano a mille nel reparto avanzato (57%) con un De Cecco brillante in regia e con Panzer Fromm, nominato MVP a fine serata, Magnum Atanasievic e compagnia bella a tirare forte sotto rete. Tre set fotocopia con i padroni di casa bravi a trovare lo “strappo” a metà parziale e a mantenere il margine fino in fondo, grazie anche alle mille difese in seconda linea di Giovi che hanno assicurato tanti contrattacchi ai Block Devils.
Un successo che riporta Perugia in quarta posizione in attesa della trasferta di domenica a Monza e del big match giovedì prossimo in Cev Cup contro l’armata russa della Dinamo Kazan.

Leggi anche:  Pallavolo femminile A1, infortunio Partenio: le parole della giocatrice

“Era importante vincere ieri – attacca il martellone tedesco  Fromm – dopo la semifinale di Coppa Italia. Sono contento della reazione che abbiamo avuto, ringrazio Lucio (De Cecco, ndr) per le ottime alzate e tutta la squadra per la prestazione. Spero che questi tre punti ci portino energia per le prossime partite. Questo campionato è molto duro, ma noi cerchiamo di vincerle tutte da qui alla fine. Dobbiamo giocare al meglio la nostra pallavolo e poi vediamo cosa succede”.
“Una serata positiva quella di ieri – conferma il libero perugino Giovi – per tanti aspetti. La sconfitta del Forum ci ha lasciato amaro in bocca. Anche se poi Modena ha meritatamente conquistato il trofeo, uscire da una Final Four ti lascia sempre rammarico. Ieri però siamo scesi in campo concreti, li abbiamo sempre tenuti sotto ed abbiamo preso tre punti importanti per la classifica. Una gara dietro l’altra? Non ha neanche senso parlarne ancora. È chiaro che i ritmi sono stressanti, ma dobbiamo fare il nostro lavoro al massimo. Alle volte purtroppo la fatica si vede, ma per quello che ci riguarda cercheremo di essere al top nei momenti importanti. Ci sono ancora due trofei in palio e dobbiamo rimanere sul pezzo”.
E se Fromm pensa anche al confronto di Cev Cup con la Dinamo Mosca Giovi analizza il rush finale della SuperLega:
“Adesso c’è un mese decisivo in campionato. Domenica andiamo a Monza contro una squadra quadrata e che gioca bene a pallavolo. E poi dopo la Cev andremo a Molfetta, campo difficile ed avversario aggressivo e tecnicamente valido. Due gare durissime e credo che sarà un momento importante per noi dal punto di vista tecnico e di squadra”.

Leggi anche:  Champions League pallavolo femminile, si chiude la bolla di Novara : ottimo il percorso delle piemontesi , purtroppo un altro infortunio.

“Abbiamo giocato contro una squadra forte – ha analizzato il padovano Averill – che ci ha messo in difficoltà in molti frangenti battendo bene e disputando una partita più che buona. Noi non siamo stati in grado di sfruttare i break positivi e alla fine abbiamo avuto molte difficoltà che hanno compromesso la gara”.

  •   
  •  
  •  
  •