Volley femminile A1: continua il testa a testa Conegliano Casalmaggiore

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

Continua il testa a testa nel volley femminile serie A1, dove l’Imoco Volley Conegliano e il Pomì Casalmaggiore sembrano avere una marcia in più, anche se distanziano la seconda in classifica solo di 1 punto. Le due formazioni continuano la loro inarrestabile corsa che le porterà ad aggiudicarsi il titolo, probabilmente all’ultima giornata, visto che lo scontro diretto si è consumato la settimana scorsa.

L’Imoco schianta letteralmente la Sudtirol Bolzano, che eprde per 3 set a 0, 25-22, 25-8 e 25-17 i risultati a favore delle pantere del coach Mazzanti, che possono ora contare anche sul ritorno del capitano Valentina Arrighetti, che era stata lontana dal campo per ben 3 mesi, durante i quali le compagne non hanno di certo fatto sentire la sua mancanza, continuando la corsa per il titolo.

imoco volleyBuon primo set comunque per la Sudtirol che entra in campo molto motivata e con l’intenzione di strappare il risultato contro la capolista sospsinta anche dalle giocatrici dominicane che rappresentano la punta di diamante della formazione del coach Bonafede. Il primo set è infatti stato il più combattuto, essendo le avversaria della Conegliano arrivate a ben 22 punti, mentre nel secondo set non c’è stata proprio partita in quanto è salita in cattedra una splendida Megan Hodge, schiacciatrice statunitense che lascerà il suo segno alle Olimpiadi con la maglia degli Stati Uniti che è una delle formazioni più accreditate per la medaglia d’oro.

Leggi anche:  Champions League pallavolo femminile, Novara perfetta con Kazan, le russe dominate

Spettacolare la sfida tra la Martinez e la Hodge, che sicuramente si vedrà anche a Rio De Janeiro, sebbene la Repubblica Dominicana non sia ancora qualificata promette sicuramente battaglia potendo contare su una grande tradizione e su giocatrici formidabili.

megan hodgeIl coach Imoco Davide Mazzanti si dichiara molto soddisfatto della prestazione delle sue ragazze, come riporta a una intervista sul sito ufficiale della pallavolo femminile www.legavolleyfemminile.it:

“Sono contento al di là del risultato e della striscia di vittorie, perché vedo continui miglioramenti nel nostro gioco che rispecchiano quanto facciamo in allenamento. Oggi il secondo set, anche senza dare peso al 25-8, mi ha mostrato quello che questa squadra può fare e il livello di gioco che abbiamo nel nostro potenziale. Sono contento perché la squadra ha giocato il parziale con grande attenzione ai particolari e con una qualità altissima. Ora avanti così a iniziare da sabato sera con Busto”. Valentina Arrighetti, capitana Imoco, al rientro come titolare: “Per ora sono soddisfatta della presenza in campo, devo ancora crescere e arrivare al cento per cento, intanto mi accontento così. La partita è stata la conferma della nostra crescita di squadra e del nostro buon periodo, stiamo andando avanti facendo un passo alla volta e ora guardiamo a sabato alla sfida con Busto per continuare”.

Fabio Bonafede, coach Sudtirol si esprime sinvece con le seguenti dichiarazioni:

Leggi anche:  Pallavolo femminile A1, infortunio Partenio: le parole della giocatrice

“Abbiamo appena innestato due giocatrici in squadra e ci vuole un po’ di adattamento. Oggi l’Imoco era inarrivabile, ma dobbiamo continuare a combattere e lottare disperatamente con tutte le nostre forze per ottenere la salvezza”.

Non perde terreno il Casalmaggiore

francesca piccininiPartita spettacolare anche del Pomì Casalmaggiore che vince fuori casa 1 a 3 con il Montichiari. Il primo set finisce 14 a 25, il secondo 25-22 per le padrone di casa, il terzo 19 a 25 e il quarto 21 a 25. Veramente coriacea la squadra di casa che ha lottato fino alla fine contro un avversario dotato di una maggiore tecnica e sicuramente di meno angosce essendo una formazione molto sicura di se stessa e che può contare campionesse come Francesca Piccinini che non teme nessuno stress essendo una pallavolista ormai navigata nonché una schiacciatrice dotata di grandissima classe.

  •   
  •  
  •  
  •