Volley femminile A1: trionfa Club Italia contro Metalleghe Sanitars Montichiari

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

Bellissimo incontro lo scorso sabato tra il Club Italia del coach Cristiano Lucchi e le Metalleghe Sanitars Montichiari per il volley femminile A1, dove le azzurrine vincono al tie-break dopo un match combattutissimo che le ha viste lottare con tenacia su ogni pallone dimostrando spunti veramente molto interessanti per le future olimpiadi.

volley femminile a1Il club fortemente voluto da Julio Velasco, che milita quest’anno nella serie A1 di volley femminile, ha dimostrato sotto la guida Cristiano Lucchi di essere in grado di competere contro le avversarie più temute della pallavolo italiana, non sfigurando affatto in massima serie, nonostante si tratti di una squadra formata da giovani promesse italiane che potrebbero emergere per la nazionale.

Il primo set ha visto la vittoria delle azzurrine per 25 a 21, mentre nel secondo si è imposta la Montichiari sempre per 25 a 21. Sempre 25 a 21 il terzo set, questa volta di nuovo per le azzurrine però, e 25 a 23 per la Montichiari il quarto set. Nel quindi e decisivo set il Club Italia si impone per 15 a 10.

Leggi anche:  Pallavolo femminile A1, infortunio Partenio: le parole della giocatrice

In occasione del Volley Land 2016, iniziativa volta ad avvicinare i più giovani al mondo della pallavolo coadiuvati da alcuni campioni di questo sport, l’incontro delle azzurrine è stato disputato al Forum di Assago, che ospiterà anche la a Final Four della Del Monte Coppa Italia di SuperLega e la finale della Coppa Italia di Serie A2 maschile.

Strepitose Egonu e Spirito
volley femminile a1Diversi gli spunti interessanti del match, a partire dal libero Ilaria Spirito che è stata premiata dal web magazine Pallavoiamo.it, come miglior libero del girone di andata e ha disputato una partita degna di nota e da nazionale. Occhi puntanti anche sulla strepitosa Paola Egonu, classe 1998 e stella nascente della pallavolo femminile, che mette a segno ben 36 punti aggiudicandosi il titolo di MVP della serata e chiudendo l’ultimo set con una serie di 4 attacchi riusciti consecutivi.

Leggi anche:  Brescia, due positivi Covid-19 in Atlantide

Soddisfatto il coach, che dischiara al Corriere dello Sport Stadio:

«Ci siamo meritati questa vittoria come ce la saremmo meritati anche all’andata: è stata una grande prova di carattere e sono molto contento di come abbiamo reagito alla sconfitta con Modena. Siamo una squadra che sbaglia tanto ma che nonostante questo è capace di reagire e tenere il campo fino alla fine: io sono il primo ad arrabbiarmi per gli errori, ma la crescita del Club Italia passa proprio da partite come questa. Egonu? Deve diventare un giocatore fondamentale, soprattutto in un tie-break come quello di oggi, e sta maturando per assumersi questo ruolo».

  •   
  •  
  •  
  •