Volley: Superlega, Latina sbanca Piacenza e aggancia i play-off

Pubblicato il autore: Sabato Simone Del Pozzo Segui

superlega-unipol-6813970445La sfida di stasera, iniziata alle 20:30 e appena conclusa, tra LPR Piacenza e Ninfa Latina è stata il posticipo che ha chiuso la 9a giornata di Superlega di Volley A1 maschile. Sono gli ospiti ad aggiudicarsi l’intera posta in palio, vincendo con poche difficoltà la gara per 3-0. Si sono affrontate due squadre con obiettivi ben diversi. I padroni di casa hanno ormai poco da dire al campionato, fermi sul fondo dalla classifica da qualche giornata, gli emiliani sembrano rassegnati e la retrocessione in serie A2 è cosa certa. Ospiti, invece, a caccia di punti importanti per la conquista di un posto nei play-off scudetto, i quali distavano, prima dell’incontro, solo un punto. L’ obiettivo era raggiungere e superare Monza, quest’ ultima sconfitta a Padova 3-0 e ancorata a 22 punti, che occupava l’8° posto in classifica (ultimo posto disponibile per gli spareggi). Obiettivo raggiunto per i laziali. Superato l’ostacolo LPR Piacenza senza troppi affanni. Ninfa Latina che non veniva da un buon periodo. Nelle ultime 4 uscite, infatti, ha sempre perso (contro Modena, Trento, Ravenna e Milano) e la zona alta della classifica si era allontanata, complici anche i buoni risultati delle inseguitrici. Stasera, però, vincere era un imperativo categorico. Doveroso per gli uomini di coach Camillo Placì portare a casa l’intera posta in palio contro una squadra allo sbando come quella della LPR Piacenza. Padroni di casa mai in partita, solo una mini reazione nel secondo set di gioco, ma niente di più.

Leggi anche:  Champions League pallavolo femminile, Novara fa due su due

Come scendevano in campo:
LPR Piacenza:
Coscione, Kohut, Ter Horst, Perrin, Papi, Lampariello(L), Zlatanov, Tencati, Tavares Rodrigues. Non entrati Sedlacek, Patriarca, Luburic, Cottarelli. All. Giuliani.
Ninfa Latina:
Sottile, Sket, Pavlov, Romiti (L), Tailli, Hirsch, Yosifov, Rossi, Maruotti. Non entrati Krumins, Mattei, Ferenciac. All. Placì.
Arbitri:
Frapiccini, Sobrero.
La gara:
il primo periodo di gioco viene vinto senza nessuna difficoltà dagli ospiti della Ninfa Latina che chiude sul 25-15, indirizzando la gara su binari ben precisi. Partono aggressivi i laziali che sembrano aver recuperato e ritrovato l’entusiasmo perso per strada nelle ultime infelici gare di campionato. Sugli scudi per Latina Sket (15 punti in questa gara) e Maruotti (che chiuderà a 13). Il secondo set sembra preannunciare grande spettacolo e soprattutto sembra possa riaprire la gara. Piacenza scende in campo molto più aggressiva e gioca con la testa sbagliando poco e gestendo l’inizio del periodo. E’, però, un fuoco di paglia. Gli uomini di coach Giuliani calano incredibilmente nella seconda parte del set e scoprono il fianco. Latina ne approfitta e mette la freccia. Dal massimo vantaggio di 20-16 per i padroni di casa, i laziali ribaltano l’iniziale esito e vincono in rimonta questo set per 25-22, mettendo una seria ipoteca sulla vittoria finale. Vittoria che viene consacrata dal terzo e ultimo periodo. La LPR Piacenza getta la spugna. La reazione del secondo set sembra potersi materializzare in questa frazione. Ma è un’illusione perchè la forza mentale e fisica degli ospiti la fa da padrone. Gli emiliani subiscono ancora l’iniziativa e l’aggressività della Ninfa Latina che dopo un equilibrio iniziale decide di archiviare la pratica. 25-20 e tutti a casa.
Notte fonda per LPR Piacenza, mentre zona play-off raggiunta per la Ninfa Latina a sole due gare dal termine della stagione.

  •   
  •  
  •  
  •