Coppa Italia volley femminile: Foppapedretti Bergamo in finale

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

foppapedretti bergamoA sorpresa arriva in finale la Foppapedretti Bergamo che superano le campionesse in carica della Pomì Casalmaggiore che cade al tie-break dopo essere state in vantaggio per 2 set a zero. In finale le orobiche dovranno vedersela con la Nordmeccanica Piacenza, squadra ostica che non lasciare troppo spazio alla formazione bergamasca che per arrivare a sollevare il trofeo è chiamata veramente all’impresa, vista anche la bella prestazione delle piacentine in semifinale dove hanno superato Metalleghe Sanitars Montichiari per 3 a 1.
Primi due set veramente da dimenticare per Bergamo che viene letteralmente surclassato dalle manovre offensive della Pomì volley ce vince la prima frazione di gioco per 25 a 19 e la seconda addirittura per 25 a 11. A nulla sono serviti i ragguagli tecnici del coach bergamasco Lavarini Stefano che sembra imbrigliato negli schemi offensivi di Barbolini che punta fortemente al trofeo vista la distanza dalla vetta in campionato.
La svolta del match accade però nella terza razione di gioco, dove la Foppapedretti riesce a tenere il passo di una Pomì forse troppo sicura della vittoria che soccombe nel finale per 25 a 22.
25 a 22 per le orobiche anche il quarto set, dove alla fine di un equilibratissimo testa a testa la Foppapedretti pareggia i conti con le campionesse in carica, aprendo la strada verso il tie-break.
Nell’ultima frazione di gioco la Pomì inizia a temere il peggio e gioca molto nervosa, nonostante ciò il set è equilibratissimo fino al 13 pari, dove pecca proprio la veterano, la bella Piccinini che sbaglia gli attacchi e concede l’incontro alle bergamasche che sono la vera rivelazione del torneo. Il muro della Aelbrecht sulla Piccinini, e il successivo sbaglio della schiacciatrice rimarranno l’emblema di questa storica semifinale che ha fatto letteralmente appassionare i sostenitori di ambo le squadre.

Dall’altra parte Piacenza non ha avuto molte difficoltà nello spazzare via Montichiari, a cui ha concesso solo un set. La formazione bresciana non ha infatti saputo tenere il passo della ben organizzata squadra piacentina, che ha mostrato un gran bel gioco ed è stata quasi perfetta in tutto l’incontro, concedendo pochissimo alle avversarie e raggiungendo di diritto una finale in cui partono come favorite e in cui faranno vedere il bel gioco espresso in questa stagione.

 

  •   
  •  
  •  
  •