Paola Paggi elogia la Foppapedretti: “Ci siamo anche noi”

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

paola paggiDopo al formidabile vittoria della Foppapedretti Bergamo in Coppa Italia prende la parola il capitano e leader indiscusso della squadra Paola Paggi che già nel 2006 aveva vinto il trofeo con la formazione bergamasca, che però era all’epoca la squadra più forte del volley italiano. Dopo anni di purgatorio questa seconda vittoria per la centrale ha un sapore particolare che rilancia di diritto le bergamasche sui podi della pallavolo. Riportiamo un estratto dell’intervista che il capitano della Foppapedretti ha rilasciato sul sito www.legavolleyfemminile.it:

“Da qualche anno Bergamo non vinceva, io avevo vissuto la mia prima esperienza qui negli anni in cui era la città più titolata e queste ultime stagioni sono state dure per la Foppapedretti, stanca di perdere. Finalmente questa vittoria è arrivata, un po’ inaspettata effettivamente, perché vista la classifica non molti ci credevano, ma il gruppo e tutto l’insieme, tutta la città e gli sponsor hanno fatto sì che questo sogno si avverasse”.

Alla domanda sul suo andamento stagionale che è stato molto positivo in avvio e sottotono dopo Natale, la pallavolista ha risposto in maniera molto diplomatica:

“Ho fatto un inizio di campionato sprint perché stavo molto bene, avevo recuperato bene durante l’estate quindi i primi mesi sono andati lisci. Poi ho avuto un grosso problema a gennaio che mi ha fatto stare fuori sia fisicamente che mentalmente per un paio di mesi e adesso sono di nuovo in una fase di crescita. Sto bene fisicamente, quindi devo dire assolutamente positiva come stagione per me”.

Ancora sul campionato e sui play off il capitano Paola Paggi non si risparmia e avverte le avversarie che la vittoria contro della Coppa contro Piacenza ha dato nuova linfa vitale a lei e compagne che ora punteranno decisamente alla vittoria senza temere nessun avversario e con la grinta che le ha contraddistinte sia nella semifinale di sabato sera che nelle finale di domenica, dove hanno dato vita a una pallavolo spettacolare:

“Sicuramente la classifica non aiuta molto, perché nei Play Off ci saranno da giocare gli scontri importanti fuori casa, però dall’esperienza che ho posso dire che i Play Off sono un campionato a sé. Sicuramente abbiamo dato un segnale forte al campionato e alle squadre dicendo “ci siamo anche noi” fondamentalmente. Magari era una cosa che fino adesso non era molto chiara, soprattutto nella testa delle società prime in classifica. Secondo me un pochino di timore, in qualche modo, lo abbiamo messo”.

Non nasconde però una leggera apprensione verso al capolista Conegliano, che ha dimostrato di essere una formazione con pochissimi punti deboli, anche se negli scontri diretti in Coppa Italia non ha saputo essere incisiva come in campionato, e quindi questo fa fortemente sperare nei play off.

  •   
  •  
  •  
  •