Playoff SuperLega, a Molfetta Trento per gara 4

Pubblicato il autore: Livio Addabbo Segui

molfetta trento
La Pasqua si fa anche con il volley. Domani alle 18 a Molfetta Trento sfida i padroni di casa dell’Exprivia in gara-4 dei quarti di finale dei playoff scudetto. Il match, che avrà inizio alle 18, costituisce senza ombra di dubbio uno dei momenti chiave della storia biancorossa. In palio c’è la possibilità di giocarsi il tutto per tutto in gara-5 contro una squadra che, è giusto ricordarlo, qualche giorno fa ha staccato il pass valido per la Final Four di Champions League. Dato, questo, che rafforza il valore delle imprese compiute dall’Exprivia contro Trento, l’ultima delle quali in gara-2 della serie. Già in regular season e nei quarti di coppa Italia, però, gli uomini oggi allenati da di Di Pinto erano riusciti a mettere alle corde quelli di Stoytchev, regalando soddisfazioni impareggiabili ai propri beniamini.

Nei giorni scorsi Vincenzo Di Pinto aveva già messo in evidenza come, contro campioni di questo tipo, servisse aumentare il livello di gioco della propria pallavolo, ma anche andare oltre il fondamentale, sempre decisivo per l’Exprivia, della battuta. Occorrono un gruppo compatto e una prestazione completa, in altre parole. Serve un team che, con il contributo di tutti, possa mettere in crisi le certezze di Kaziyski e compagni.

“Giocheremo ancora – afferma Di Pinto – per mettere loro in difficoltà. Saranno sicuramente gasati per il vantaggio nella serie, ma noi avremo il pubblico a favore e ciò non è poco. Mi aspetto una partita entusiasmante”.

Il pubblico, inutile dirlo, sarà ancora un fattore fondamentale. Hierrezuelo e compagni cercheranno di ringraziare a modo loro i propri sostenitori. Regalando a tutti una Pasqua spettacolare. Per continuare a vivere un sogno.

UN MINUTO DI SILENZIO SU TUTTI I CAMPI DI SERIE A PER ONORARE LA MEMORIA DELLE SETTE STUDENTESSE ITALIANE RIMASTE UCCISE NELL’INCIDENTE STRADALE IN CATALOGNA E PER LA STRAGE DI BRUXELLES
Su tutti i campi della Serie A UnipolSai di sabato 26 e domenica 27 marzo, sarà osservato un minuto di silenzio, dopo il primo servizio, per onorare la memoria delle sette studentesse italiane rimaste uccise nell’incidente stradale avvenuto in Catalogna e per commemorare il lutto della strage di Bruxelles, in Belgio.

  •   
  •  
  •  
  •