Champions League Volley, Casalmaggiore sul tetto d’Europa

Pubblicato il autore: Pierluigi Persano Segui

casalmaggiore
Dopo cinque anni l’Italia torna sul tetto d’Europa grazie all’impresa storica di Casalmaggiore che dopo lo scudetto dello scorso anno batte 3-0 (25-23, 25-23, 25-22) le turche della VakifBank Istanbul nella Final Four di Montichiari.
Una vera favola quella della squadra lombarda, simile a quella di Davide e Golia con il piccolo comune della provincia di Cremona con appena 14 mila abitanti che batte una delle città più importanti del mondo, Istanbul, con i suoi 14 milioni di abitanti.
Una storia iniziata solo pochi anni fa e già destinata ad entrare nella leggende dello sport italiano, con la fondazione nel 2008, due finali play-off di Serie A2 perse consecutivamente, poi il ripescaggio in Serie A1 nel 2013 e la vittoria a sorpresa nello scorso campionato in finale contro Novara.
Merito anche di un allenatore esperto come Massimo Barbolini, esperto in miracoli europei dopo il trionfo di 20 anni fa in Champions League con Matera e il bis 10 anni dopo nel 2006 con Perugia.
E di Francesca Piccinini, premiata come MVP, una che la Coppa l’ha già vinta 5 volte con Bergamo.

IL TRIONFO – Il match è equilibrato sin dall’inizio, anche se Casalmaggiore si trova sotto 13-10 prima del time out di Barbolini.
La Pomì si riprende e sorpassa le turche, arrivando addirittura al 23-20 grazie agli attacchi di Tirozzi e Kozuch. Le turche riprendono il set, ma la Piccinini lo consegna definitivamente a Casalmaggiore chiudendo sul 25-23.
Nel secondo set Casalmaggiore parte con più grinta portandosi sul 15-10, trascinata dalle giocate della Piccinini che allunga sul 20-17. Istanbul riprende ancora una volta il parziale sul 20-20, ma anche il secondo set si chiude con lo stesso punteggio del primo: 25-23.
Nel terzo set la VafikBank non riesce a contenere gli attacchi di Casalmaggiore, che allunga prima sul 13-10 e poi sul 16-13. E’ il momento della festa dopo il 25-22 che vale il tetto d’Europa.
E’ un risultato straordinario, un club italiano ritorna sul tetto d’Europa dopo il secondo posto di Busto Arsizio lo scorso anno. Il nostro campionato è ancora in grado di esprimersi a livelli altissimi, tenendo testa ai club russi e turchi che godono di finanziamenti maggiori”, ha dichiarato il presidente della Lega pallavolo serie A femminile Mauro Fabris.

TERZO POSTO – Al terzo posto della Champions League si piazza Fenerbahce che batte 3-1 le russe della Dinamo-Kazan, battute ieri in semifinale proprio da Casalmaggiore con un altro netto 3-0.
E per il secondo anno consecutivo due squadre turche arrivano nei primi tre posti della competizione, dopo la vittoria nella scorsa edizione della Eczacibaşi Istanbul in finale contro Busto Arsizio e il terzo posto della VafikBank.

MEDAGLIERE ITALIANO – Il medagliere della Champions League di pallavolo femminile parla decisamente italiano. In 56 edizioni della competizione infatti le squadre italiane hanno conquistato ben 35 medaglie (15 primi posti, 12 secondi posti e 8 terzi posti) piazzandosi alle spalle della Russia che vanta ben 22 trionfi.
E Casalmaggiore è diventata così la sesta squadra italiana a vincere il torneo continentale, dopo Bergamo (la squadra italiana con più successi europei, 7), Ravenna (2 vittorie), Perugia (2 vittorie), Matera (2 vittorie) e Modena (1 vittoria).
Mentre il record di vittorie è delle russe della Dinamo Mosca con 10 vittorie (arrivate a cavallo tra il 1960 e il 1975), seguite dalle altre russe dell’Uralocka NTMK con 8 vittorie (arrivate tra il 1980 e il 1995) e le già citate italiane di Bergamo.

RENZI-TWEET – Anche il Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ha voluto congratularsi con la squadra di Casalmaggiore per la vittoria in Champions League attraverso un tweet pubblicato nella serata di ieri.

 

  •   
  •  
  •  
  •